Calcio, Serie B, Perugia-Pescara, Gyomber affonda il delfino

 
Chiama o scrivi in redazione


Calcio, Montiel, che goal, alla Fiorentina l'amichevole

da Carmine D’Argenio
Calcio, Serie B, Perugia-Pescara, Gyomber affonda il delfino
 Gara rimaneggiata quella tra Perugia e Pescara. A Pillon mancano Campagnaro,  Capone, Kanoute’ ed il portiere Fiorillo. Balzano e Memushaj a mezzo servizio. A Nesta, Falasco per squalifica,  Felicioli e Bianco indisponibili. Melchiorri e Gyomber acciaccati. Ecco allora le soluzioni più naturali per i due allenatori. Ngwaa a destra,  El Yamiq a sinistra. (Faticano a prendere le misure). Per la prima volta dall’inizio Bordin (ammonito al 35′ per fallo su Ciofani).

Mustacchio parte al posto di Melchiorri. Per il primo. Machin, Brugman e  Melegoni  a centrocampo. Crecco a destra, Marras a sinistra, supportano al centro Mancuso (all’ingresso di Cocco si sposterà sul laterale) vice capocannoniere. Nessun stravolgimento. Sostituti di ruolo, per la fiducia più totale dei due allenatori nelle alternative più logiche.

Quando comincia a piovere al Curi, è passato il quarto d’ora abbondante senza che nessuno dei due estremi sia stato mai impegnato. Dopo una serie di corner a favore (alla fine sarà 3 a 7 il totale) degli ospiti, Verre vede e serve Luca Vido che stampa il palo con una girata fulminea da interno collo al 23′. La gara comincia ad esser spaccata dalle ripartenze, che la rendono aperta. Si alza la qualità del gioco. I posizionamento tendono ad avanzare. Mancano solo gli interventi dei portieri, a restituire uno spettacolo definitivo.

Quando al 32′ Morras affonda per portarsi in area piccola, Gyomber chiude giusto in tempo. Contesa tutta in velocità, a scapito della precisione negli ultimi metri.  Così Vido seguendo la scia, al 40′ fa la cosa difficile, salta l’uomo ma defila la conclusione. In pratica un rigore sbagliato. Ma gli abruzzesi sono ormai allungati. Ci pensa il solito Verre (quinta rete consecutiva), su verticalizzazione di Gyomber a crocifiggere al 41′ all’angolo basso Kastrati.

Nel secondo tempo, i delfini si approcciano per guadagnar campo. In più in uscita la retroguardia sbaglia gli appoggi, ed al 5′ Melegoni dai 25 metri impietrisce Gabriel. 1 a 1. Il Grifo non riesce a tenersi il risultato. Ed il Pescara cerca di indurre ancora alla confusione gli avversari. Ma i biancorossi si riorganizzano per apportare azioni avvolgenti. Punizione di Verre smanacciata da Kastrati. Sugli sviluppi dell’angolo, il Perugia chiede il rigore per entrata di Kastrati su Vido.

Ma il numero uno esce travolgendo palla e poi attaccante. Così il goal del nuovo vantaggio del Perugia arriva su palla inattiva al 20′: cross d’angolo di Bordin, testa di Gyomber. Prima segnatura per lui con la maglia perugina. E 2 a 1. Nei 5 minuti di recupero sofferenza per i padroni di casa,  che salvano anche il risultato sulla linea di porta con episodio dubbio.

Perugia-Pescara 2-1: il tabellino

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Ngawa, Giomber, El Yamiq, Cremonesi; Bordin (80′ Mazzocchi), Dragomir, Dogo, Verre; Vido (86′ Bianchimano), Mustacchio (70′ Kouan). Allenatore: Nesta

PESCARA (4-3-3): Kastrati; Ciofani, Perrotta, Gravillon, Del Grosso, Melegoni, Brugman, Machin, Marras (82′ Monachello), Mancuso (82′ Del Sole), Crecco (69′ Cocco). Allenatore: Pillon

RETI: 42′ Verre (PER), 52′ Melegoni (PES), 64′ Gyomber (PER)

AMMONIZIONI: Bordin (PER)

ESPULSIONI:

RECUPERO: 1′ nel primo tempo, 5′ nel secondo tempo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*