Calcio, il Perugia supera la Triestina: terzo turno da serie A con il Brescia

Calcio, serie B, Perugia non si sblocca, ma resta in scia

Calcio, il Perugia supera la triestina: terzo turno da serie A con il Brescia

da Carmine D’Argenio
Secondo turno eliminatorio di Coppa Italia. In attesa di Perugia – Triestina, le prime squadre di serie B cominciano a mettere tra se e gli avversari più goal. L’ Ascoli ne mette a segno cinque alla Pro Vercelli. Il primo avversario in campionato del Perugia, il Chievo Verona prolunga invece ai supplementari ed ai rigori con il Ravenna. Già durante il riscaldamento al Curi, il manto erboso si rivolta in diverse zolle di campo. Sui tracciati sia laterali che perpendicolari.

Ma poi si inizia. Visto che di caldo c’è già la temperatura. Non certo l’ambiente. Deserto rispetto alla voglia di serie A dell’amichevole con la Roma. Biancorossi che scendono con il lutto al braccio per la scomparsa del tifoso Riccardo Rossi.

La Triestina con il consueto 4-4-2 con il quale ha già eliminato la Cavese per 3 a 1 al primo turno. Procaccio svaria molto ma Sgarbi non lo fa scappare. Ed allora all’8′, non a caso da destra, Costantino fa il temerario strappando qualche timido applauso, con un effetto a scendere da 40 metri. Sorvola di un metro l’incrocio. Al 12′ è Gyomber che tiene a bada Granoche, prima che possa far danni. E ci stava quasi riuscendo un minuto dopo. Costantino – Procaccio è il tandem vincente degli ospiti.

Al 13′ confezionano stretto il ‘dolcetto’ per El Diablo Pablo Granoche, che deve solo battere centralmente a rete. E lo fa. Reclama un braccio difensivo locale galeotto a stoppargli il pallone all’epicentro dell’area. Poi sempre Granoche. Al 18′ strozza in gola l’urlo della cinquantina dei tifosi accorsi da Trieste, allargando troppo l’apertura con cui cerca l’angolo più alto ma trova ancora un metro di abbondanza a lato.

Azione e posizione finale, favorevolissime. Al 21′ Fernandes indirizza centrale su Offredi. Alla mezz’ora calcio d’angolo fatale. Filippo Sgarbi, su sgancio, pone di testa in rete una prolunga che sotto porta scombina il piazzamento di Capitan Lambrughi e compagni. È bastata un po’ di imprevedibilità all’isolamento li davanti di Iemmello, per scompaginare. Grifo avanti. Ultimi minuti di frazione che certificano la mancanza di un tempo sulla strada per il terzo turno da serie A con il Brescia.

L’occasione per il raddoppio arriverebbe al 14′ del secondo tempo con Di Chiara, la cui azione non è proseguita a rete dopo l’intervento a pugni uniti di Offredi. Al 22′ è Ferretti a testare di potenza Vicario. Ottima risposta. 25′ ed arriva la bordata di Di Chiara: volo salva gara per Offredi. Al secondo tentativo consecutivo al 30′ invece alza scomposto, dopo il buon lavoro e filtro assist di Procaccio. Passa di misura il Perugia. Quanto basta per assicurarsi il terzo turno con il Brescia.

TABELLINO
PERUGIA-TRIESTINA 1 – 0     (1-0) 
31′ pt Sgarbi (P)

Perugia:
Vicario, Rosi, Sgarbi, Gyomber, Di Chiara, Carraro, Dragomir (28′ st Ranocchia), Falzerano, Fernandes (39′ st Kouan), Capone, Iemmello (21′ st Melchiorri).
All. Oddo
Triestina:
Offredi, Formiconi, Malomo, Lambrughi, Steffe’, Granoche (10′ st Ferretti), Mensah (23′ st Coletti), Scrugli, Giorico (24′ st Gatto), Procaccio, Costantino.
All. Pavanel
Arbitro: Giacomo Camplone (Pescara) (Pagliardini, Scatragli di Arezzo)
Fourneau di Roma
Ammoniti Rosi, Falzerano, Procaccio, Giorico, Coletti
Recupero: primo tempo 2 minuti
Secondo tempo 5 minuti

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
29 ⁄ 29 =