TERNI, LABORATORI INTERATTIVI SU SPAZIO PUBBLICO, INCLUSIONE SOCIALE E DIRITTI DI CITTADINANZA

Cittadinanza(umbriajournal.com) TERNI – Un progetto di utilità sociale che nasce nell’ambito dei laboratori interattivi su spazio pubblico, inclusione sociale e diritti di cittadinanza a cura della Commissione Partecipazione INU “La città che vogliamo”. Un progetto d’intervento sul verde pubblico in via del Modiolo che le ospiti della comunità di convivenza IGLU’ della cooperativa sociale “La Speranza” di Terni, in via delle Terre Arnolfe, hanno elaborato con grande impegno e creatività inserendo la loro realtà nel contesto territoriale in cui è sorta la comunità che ospita pazienti psichici, in prevalenza donne, che stanno effettuando un percorso socio–riabilitativo e potenziamento o riacquisizione di capacità lavorative e di relazione attraverso diversi settori. Il 18 maggio alla facoltà di architettura dell’università Roma tre hanno concluso dopo due mesi di lavoro il progetto pensato e realizzato partecipando alla Biennale esponendo e presentando il progetto.
Il percorso ha visto le ospiti interpretare il tema generale scegliendo uno spazio pubblico del loro quartiere non curato e definire su di esso una proposta per realizzare in quello spazio un luogo per accogliere bambini e famiglie.
Una grande attenzione agli altri per chi vive in una comunità che non sempre riceve altrettanta attenzione perché la diversità non viene percepita come ricchezza ma piuttosto come differenza rispetto a chi si ritiene “normale”.
Le ospiti hanno sperimentato la bellezza di lavorare insieme con entusiasmo producendo idee nuove e realizzabili ed hanno espresso con freschezza i loro punti di vista e i loro desideri.
Questa esperienza di cittadinanza attiva ha costituito per loro un grande passo di capacità di autonomia e di espressione rispetto a loro stesse e rispetto al territorio in cui vivono.
Di questo c’è stata ampia dimostrazione nella festa di condivisione della proposta realizzata il giorno 11 maggio, nella sede della Cooperativa alla presenza di diverse persone che hanno accolto l’invito e delle autorità della città, l’assessore del Comune Stefano Bucari, l’Assessore della Provincia Bigerna, il Vice Presidente della Circoscrizione Francesco Filipponi e il Dott. Antonini resp. del Distretto di salute mentale dell’ USL 2 , l’occasione ha consentito alle ragazze di consegnare la proposta progettuale alle autorità e ricevere l’indicazione di proseguire per la realizzazione del progetto.
Un grazie a chi ci ha aiutato nel lavoro, grazie ad Alessandra Ruffini che ha guidato il gruppo con competenza ed entusiasmo, grazie a Nicola Pressi per la realizzazione del filmato e delle musiche, grazie a Cristina Daminato che ci ha realizzato il progetto in pianta e infine grazie alle ragazze dell’Unità di Convivenza IGLU’.
Oggi la Cooperativa Sociale “La Speranza” continua a crescere ed è presente sul territorio con tre comunità, due di convivenza residenziale nell’ambito dell’intervento socio–riabilitativo per pazienti psichici ed una comunità residenziale e semiresidenziali sempre per pazienti psichici nell’ambito dell’ intervento finalizzato al potenziamento e/o alla riacquisizione di capacità lavorative e di relazione attraverso diversi settori lavorativi. Ancora un grazie per la testimonianza che ci hai donato, grazie per le opere che ci hai lasciato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*