Diecimila mascherine da AFAS per i centri estivi della diocesi di Perugia

 
Chiama o scrivi in redazione


Diecimila mascherine da AFAS per i centri estivi della diocesi di Perugia

Diecimila mascherine da AFAS per i centri estivi della diocesi di Perugia

Sarà un’estate all’insegna della sicurezza per adulti e bambini nei centri estivi gestiti dalla Diocesi di Perugia – Città della Pieve, grazie al bel gesto compiuto da Afas. L’Azienda Speciale Farmacie di Perugia, infatti, questa mattina ha ufficialmente donato 10.000 mascherine ai Gr.Est. (“GRuppi ESTivi”); l’azienda, rendendo onore al proprio ruolo di farmacia sociale, ha deciso di provvedere alla tutela dei piccoli iscritti – ma anche degli operatori che passeranno il tempo con loro – con l’importante donazione di mascherine.

Il gesto di Afas è stato suggellato con un evento che si è tenuto, mercoledì 8 luglio, all’Oratorio ANSPI Sentinelle del Mattino di San Sisto della Parrocchia di San Sisto, Lacugnano e Sant’Andrea delle Fratte alla presenza del cardinale e arcivescovo Gualtiero Bassetti; del sindaco di Perugia, Andrea Romizi; del presidente dell’Afas, Antonio D’Acunto; del direttore generale di Afas, Raimondo Cerquiglini; della consigliera del CDA di Afas Cristina Merli, di Don Riccardo Pascolini, Responsabile del coordinamento Oratori Perugini e presidente del Comitato zonale Anspi Perugia-Città della Pieve, nonché coordinatore regionale oratori; di Don Luca Delunghi, responsabile dell’Ufficio di Pastorale Giovanile della Diocesi di Perugia; di Don Claudio Regni, parroco di San Sisto; del coordinatore dell’Oratorio di San Sisto Daniele Rossi.

Il cardinale Gualtiero Bassetti ha voluto rivolgere in questa giornata un pensiero di incoraggiamento ai più giovani: “Non era più possibile andare avanti senza i ragazzi. Era ora di ricominciare con entusiasmo nuovo. Ed è bello vedere tanti giovani qua riuniti. Vedo dal terrazzo di casa mia che sono tornate tante rondi. Ma le vere rondini siete voi. Dovete tornare a fare festa nelle parrocchie”.

È stata poi la volta del sindaco, Andrea Romizi, che ha voluto fare alcuni ringraziamenti, tutt’altro che di rito: “Ci tengo molto a ringraziare don Claudio che ci ospita qua questa mattina. Voglio dire grazie al movimento degli oratori, con don Luca e tutti gli animatori. E ovviamente voglio rivolgere un ringraziamento per questa donazione fatta dalle nostre farmacie e al presidente Antonio D’Acunto e al direttore generale, Raimondo Cerquiglini. Sono lieto di questo intervento di carattere sociale che inorgoglisce anche l’amministrazione. Ma tengo a sottolineare che il primo dispositivo di sicurezza siete voi animatori. Siete voi che giorno dopo giorno, con dedizione e passione, mettete in sicurezza i nostri ragazzi e i nostri giovani. Per questo auguro a tutti voi un’estate di serenità e di ricostruzione interiore”.

Infine il presidente di Afas, Antonio D’Acunto, ha voluto spiegare l’iniziativa dell’azienda: “Per noi si è trattato di gesto spontaneo. Questo piccolo contributo ai Gr.est. ci sembrava importante e opportuno. Questo è un ambiente sano e positivo. Una bellissima realtà, per la quale, con il nostro piccolo contributo, contiamo di rinforzare quelle piccole accortezze ancora necessarie”.

Quest’anno sul territorio, tra giugno ed agosto saranno attivi 24 centri estivi con una stima media di 30 giorni di attività, che ogni anno trasferiscono all’aperto le iniziative degli oratori, coinvolgendo bambini e ragazzi ma anche giovani animatori. Nell’estate 2020, ogni centro gestito dalla diocesi di Perugia – Città della Pieve ospiterà tra le 50 e le 100 persone: il numero totale di mascherine necessarie è stato quindi stimato intorno alle 20.000 unità. Afas ha contribuito alla fornitura di mascherine di 3.500 mascherine per bambini e di 6.500 mascherine per adulti.

Un importante gesto di solidarietà per far recuperare a grandi e piccini una dimensione di quotidianità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*