Avanti Tutta, convegno su “The Oncology Games Project”

L'incontro è in programma giovedì 7 dicembre presso la sede di Avanti Tutta. L'epilogo prevede una sorta di OncOlimpiadi

Maratona di New York, Leonardo Cenci il giorno dopo la gara
Leonardo Cenci ideatore degli Oncology Games

Avanti Tutta, convegno su “The Oncology Games Project”

PERUGIA – Migliorare la salute pubblica e l’inclusione sociale promuovendo, attraverso attività sportive destinate ai malati oncologici, l’applicazione delle linee guida europee per l’attività fisica. Questo è l’obiettivo degli “Oncology Games“, il progetto ideato da Leonardo Cenci, presentato dal Tucep (Tiber Umbria Comett Education Programme) e finanziato dall’Unione Europea, nell’ambito del programma “Erasmus + sport”.

Durerà 18 mesi ed avrà il suo epilogo con una due giorni dove alcuni atleti/malati oncologici, dei sei paesi che hanno aderito all’iniziativa, si affronteranno dando vita ad una specie di OncOlimpiadi.

Il progetto sarà presentato alla cittadinanza giovedì 7 dicembre alle ore 21 presso la sede di Avanti Tutta onlus, situata in via Pietro Tuzi 7, nel corso di un convegno dal titolo “The Oncology Games Project”.

Interverranno: Leonardo Cenci, presidente Avanti Tutta onlus; Nadia Ginetti, senatrice; Maria Brizi, direttore Tucep; Chiara Bennati, oncologa Ospedale di Ravenna e consulente scientifico di Avanti Tutta. Seguirà un brindisi per augurare a tutti i presenti Buone Feste.

 

Il progetto
Oncology Games è un progetto ispirato e voluto da Leonardo Cenci dell’Associazione Avanti Tutta di Perugia, coordinato da TUCEP e finanziato dalla Commissione Europea, nell’ambito del programma Erasmus + Settore Sport.
Il progetto, della durata di 18 mesi, si inserisce nell’ambito delle strategie Unione Europea per il miglioramento della salute pubblica e l’inclusione sociale promuovendo, attraverso attività sportive destinate ai pazienti oncologici, l’applicazione delle linee guida europee per l’attività fisica.
L’obiettivo principale del progetto è quello di dimostrare che lo sport aiuta ad affrontare la malattia oncologica in modo positivo, e può contribuire a migliorare la qualità della vita dei pazienti; con la sua azione, inoltre, il partenariato intende contribuire ad accrescere l’attenzione sui temi dello sport e della salute a livello europeo.
Le attività del progetto saranno realizzate in Italia, Gran Bretagna, Spagna, Grecia, Polonia e Bulgaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*