Minacce social a Giorgia Meloni, Marco Squarta: «Le intimidazioni non tollerate in democrazia»

ignobili minacce rivolte alla prima premier donna del nostro Paese

Regionali e il caso Umbria nonostante il diktat di Matteo Salvini

Minacce social a Giorgia Meloni, Marco Squarta,
le intimidazioni non tollerate in democrazia

Minacce  – Un messaggio di solidarietà a Giorgia Meloni e alla figlia per le «disgustose minacce di morte» ricevute via social da presunti percettori del reddito di cittadinanza arriva dal presidente dell’Assemblea legislativa umbra Marco Squarta: «È necessario individuare e punire gli autori – si legge in una nota dell’esponente di Fratelli d’Italia -.

Identificato e denunciato autore minacce a Giorgia Meloni e a sua figlia

Questa pericolosa escalation di odio va fermata, le intimidazioni non sono tollerate in un Paese civile e democratico. L’esasperazione dei toni deve essere sempre stigmatizzata e ogni atteggiamento equivoco va bloccato sul nascere – prosegue Squarta -.

Le ignobili minacce rivolte alla prima premier donna del nostro Paese sono inaccettabili, come d’altronde è inaccettabile l’odio che si continua ad alimentare tutte le volte che si pensa di far leva sulle paure della gente per costruire consensi politici».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*