Paziente positivo al covid alla Recovery Room del blocco operatorio a Terni

la segnalazione, rimasta all’interno del contesto aziendale, non aveva alcun intento accusatorio

 
Chiama o scrivi in redazione


Arrivano 11 nuovi anestesisti all’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni

Paziente positivo al covid alla Recovery Room del blocco operatorio a Terni

A seguito di segnalazione da parte di NurSind relativamente ad un caso di positività al test molecolare per Covid 19 su paziente ricoverato presso la Recovery Room del blocco operatorio, inoltrata alla Direzione dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria nella giornata di 20 Gennaio 2021, la stessa ha deciso di rendere pubblico quanto spiacevolmente accaduto.

NurSind vuole precisare che la segnalazione, rimasta all’interno del contesto aziendale, non aveva alcun intento accusatorio in relazione all’accaduto ma solo l’obiettivo di trovare possibili soluzioni, affinché episodi analoghi non abbiano a ripetersi.
© Protetto da Copyright DMCA

La nostra organizzazione sindacale propone alla Direzione Aziendale la possibilità, come avviene già per gli operatori sanitari e sempre su nostro suggerimento, di effettuare con cadenza settimanale test molecolari rapidi a tutti pazienti che necessitano di ricovero superiore ai sette giorni e non solo esclusivamente al momento dell’ingresso presso il nosocomio ternano.

  • Questo permetterebbe di ottenere un livello di prevenzione maggiore nella diffusione nosocomiale del Coronavirus.

Cogliamo l’occasione per segnalare alla Direzione Aziendale come a volte, in caso di positività riscontrata in un operatore sanitario sottoposto a tampone di sorveglianza, lo stesso non venga IMMEDIATAMENTE avvisato della sua positività ma ne viene a conoscenza ore dopo; questo ovviamente mette a rischio la catena preventiva del contagio in ambito ospedaliero e familiare.

NurSind è certo che anche questa volta La Direzione Aziendale saprà cogliere quanto suggerito per il bene della popolazione sanitaria e della cittadinanza tutta.

NurSind- Il Segretario Paolo Scaramuccia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*