Ottobre Rosa, Salute e prevenzione viaggiano in treno

 
Chiama o scrivi in redazione


di Martina Rastelli
Ottobre Rosa, Salute e prevenzione viaggiano in treno. Ottobre Rosa è il mese dedicato alla prevenzione delle malattie femminili e presenta moltissime attività legate alla prevenzione e alla salute delle donne e delle loro famiglie.

La cultura della prevenzione è fondamentale visto che ogni anno in Italia circa 53mila donne ricevono una diagnosi di tumore al seno (1-2% nell’uomo) e circa 800mila vivono la malattia, di cui 30mila in fase avanzata o metastatica.

I partecipanti

Frecciarosa giunge alla nona edizione, presentata oggi a Roma da Roberto Speranza, Ministro della Salute; Gianfranco Battisti, Amministratore Delegato di FS Italiane; Adriana Bonifacino, Presidente di IncontraDonna Onlus; Enrica Giorgetti, Direttore Generale di Farmindustria e Paolo Marchetti, Presidente della Fondazione per la Medicina Personalizzata.
Le Testimonial sono Elena Sofia Ricci e Carolyn Smith. Il moderatore è il giornalista RAI Alberto Matano.

Le ultime otto edizioni del Frecciarosa hanno registrato un importante successo: oltre 9 milioni di viaggiatori Trenitalia sono stati intercettati dall’iniziativa, oltre 5mila visite e consulenze sono state fatte e circa 500mila Vademecum della Salute sono stati distribuiti.

Frecciarosa

Frecciarosa è una delle attività di Ottobre Rosa ed è stata promossa dal Gruppo FS Italiane e dall’Associazione IncontraDonna Onlus.
Questo progetto offre gratuitamente visite specialistiche, consulenze, consigli di nutrizione, ecografie e materiale informativo da parte di medici e volontari che svolgerrano il loro servizio a bordo treno e nelle stazioni.

LEGGI ANCHE: Treni Fcu riprendono a viaggiare, aumento inquinamento acustico a Ponte

I treni coinvolti

Questo progetto coinvolge un numero sempre maggiore di treni ogni anno : Frecce, InterCity, nei FrecciaLounge di Roma Termini e Milano Centrale, regionali in Sardegna, Campania, Umbria e Molise, sugli InterCity in Sicilia, sui Frecciargento da e per la Puglia e sui Frecciabianca per Reggio Calabria.

Novità della nona edizione

Ai passeggeri sarà sarà distribuito gratuitamente il Vademecum della Salute, ricco di indicazioni utili per la salute, con argomenti che spaziano dagli stili di vita alle malattie croniche, a quelle oncologiche.
Il Vademecum della Salute sarà disponibile anche nelle sale di Trenitalia dedicate ai viaggiatori.
Gli interventi
Roberto Speraza e Gianfranco Battisti sottolienano l’importanza che va data alla prevenzione, sia da parte delle istituzioni che dalle famiglie.

La finalità

La finalità di Frecciarosa è quella di coinvolgere sempre più persone, e quest’anno è possibile perché i volontari di Frecciarosa non saranno a bordo solo delle Frecce, ma anche degli InterCity, in Sicilia, e sui treni regionali di Sardegna, Campania, Umbria e Molise.

Lo scopo di questa iniziativa è ribadito anche da Adriana Bonifacino Presidente di IncontraDonna Onlus che l’anno precedente, a bordo di un treno, ha diagnosticato un tumore al seno. “Bisogna avvicinare alla prevenzione chi, per molteplici motivi, si sottrae ad esami che possono essere considerati dei veri salvavita; fornire informazioni corrette e strumenti per proteggere il nostro stato di salute” ha precisato Adriana Bonifacino.

Il Freccialoune di Roma e Milano ospiterà per alcuni giorni anche un cardiologo, una specialista di nutrizione clinica e un urologo.

Inoltre, alle socie CartaFRECCIA che hanno prestato il consenso ad essere contattate, sono riservati buoni sconto per viaggiare entro il 31 ottobre 2019, su tutti i treni Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, InterCity e InterCityNotte in tutte le classi e livelli di servizio.

I media di FS Italiane si tingono metaforicamente di rosa: infatti, il numero di ottobre della rivista ‘La Freccia’, i canali web e social e la radio del Gruppo dedicheranno spazio alle iniziative in programma in occasione di Frecciarosa 2019.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*