Il custode del Sacro Convento, Mauro Gambetti, è Cardinale

 
Chiama o scrivi in redazione


Il custode del Sacro Convento, Mauro Gambetti, è Cardinale

Mauro Gambetti, custode del Sacro Convento di Assisi, è cardinale. Lo ha annunciato, durante l’Angelus Papa Francesco. Il Pontefice ha comunicato il nome di Gambetti tra i 13 nuovi cardinali. A fornirci la comunicazione il consigliere comunale di Assisi, Carlo Migliosi. «Ero in aeroporto – dice il consigliere di Assisi Domani – e ho sentito su Rai 1, durante l’Angelus, il cnome di Mauro Gambetti insieme ad altri».

Tra i tredici nuovi cardinali che verranno creati nel Concistoro del 28 novembre quindi e , così come annunciato da Papa Francesco, ci sono sei italiani (di cui tre elettori). Sono mons. Marcello Semeraro, che dalla diocesi di Albano è stato da poco nominato Prefetto della Congregazione delle cause dei santi (al posto di Angelo Becciu), mons. Paolo Lojudice, arcivescovo di Siena e il francescano padre Mauro Gambetti, Custode del Sacro Convento di Assisi. Vengono poi uniti al collegio cardinalizio, non elettori per motivi di età, mons. Silvano Tomasi, diplomatico della Santa Sede, padre Raniero Cantalamessa, predicatore della Casa Pontificia e mons. Enrico Feroci, parroco al Divino Amore e Roma ed ex direttore della Caritas diocesana.

Vescovo Sorrentino scrive al ministro Luigi Di Maio, avanti così per gli AppenniniLa Chiesa di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino gioisce e ringrazia il Santo Padre per il segno di attenzione, di stima e di affetto che riceve per la creazione di p. Mauro Gambetti cardinale di Santa Romana Chiesa.

E’ bello che un figlio di Francesco di Assisi, attualmente custode del Sacro Convento, e dunque al cuore della vita francescana mondiale, sia chiamato a svolgere accanto al Santo Padre quel ruolo di consiglio e di assistenza che compete al collegio cardinalizio nel governo della Chiesa universale. Padre Mauro è stato e resta, fino a quando possibile, mio Vicario per la Basilica Papale di San Francesco. Anche in questa veste l’ho avuto collaboratore fidato per molti anni nel mio Consiglio Episcopale.

La conclusione del suo mandato come Custode era attesa in questo periodo, e tutto faceva presagire una sua promozione nel servizio ecclesiale. Questa forma così importante e privilegiata del servizio che il Santo Padre gli chiede è un motivo di onore per lui e per le famiglie francescane, ma anche di gioia per tutti quanti noi, e per me in modo particolare, essendogli legato da sentimenti di affetto e gratitudine.

La Chiesa avverte oggi, sotto la guida di papa Francesco, una grande esigenza di rinnovamento all’insegna della “gioia del Vangelo” e di una nuova tessitura di “familiarità” spirituale, di comunione e di sinodalità.

La spiritualità francescana di p. Mauro e, mi auguro, anche la sua esperienza pastorale in questa Chiesa che diede i natali al Poverello, in qualunque servizio il Santo Padre vorrà dargli, siano per lui di aiuto, conforto e ispirazione. La nostra preghiera per lui è assicurata.

Ad Assisi, naturalmente, egli rimane doppiamente di casa. Caro “neo-cardinale” Mauro, ti vogliamo bene. Un abbraccio speciale da parte del tuo Vescovo Domenico.


Il Serafico saluta con grande gioia l’annuncio di papa Francesco della nomina a cardinale di Padre Mauro Gambetti.

Ci rallegriamo per questa scelta che esprime la vocazione della Chiesa accanto gli ultimi e ai poveri del mondo.
Da anni i frati francescani del Sacro Convento sono vicini ai bambini e ragazzi disabili del Serafico prestando un servizio costante, segno tangibile e concreto di fraternità.

Siamo certi che nel suo nuovo ministero Padre Mauro porterà nel cuore i più fragili sui quali i suoi occhi si sono posati tante volte. Siamo certi che porterà nel suo cuore anche i ragazzi del Serafico ai quali ha sempre dimostrato attenzione, amicizia e amore.

Auguri Padre Mauro, con i ragazzi del Serafico e tutta la nostra grande famiglia continueremo ad esserti vicini sempre e ti sosterremo con le nostre preghiere!


Padre Mauro Gambetti cardinale. I vescovi dell’Umbria: Grati a papa Francesco per aver guardato benevolmente alla nostra regione

I vescovi dell’Umbria ringraziano il Santo Padre che, ancora una volta, ha guardato benevolmente alla nostra regione chiamando il custode del Sacro Convento di Assisi a far parte del Collegio cardinalizio. Al neo cardinale padre Mauro Gambetti, ricordando la proficua collaborazione di questi anni, esprimono vive felicitazioni ed augurano un fecondo ministero come immediato collaboratore del Sommo Pontefice nel suo ministero di Vescovo di Roma, per il bene di tutto il santo popolo fedele di Dio.


Mauro Gambetti (Castel San Pietro Terme, 27 ottobre 1965) è un religioso e presbitero italiano dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali. Dopo una serie di importanti incarichi, il 18 febbraio 2013 è stato eletto Custode generale del Sacro Convento di Assisi.

Biografia
Compiuti gli studi liceali, conseguì la laurea in ingegneria meccanica e poi svolse il servizio militare di leva. Entrato nel Postulato di Assisi il 19 settembre 1992, dopo l’anno di noviziato, trascorso ad Osimo, emise la professione temporanea il 29 agosto 1995. Proseguì gli studi filosofici e teologici ad Assisi (Istituto Teologico) e si specializzò in Antropologia teologica presso la Facoltà di Teologia dell’Italia Centrale di Firenze. Emise la professione solenne il 20 settembre 1998 e venne ordinato presbitero l’8 gennaio del 2000. Iniziò la sua attività di animazione vocazionale per la Provincia conventuale bolognese.

Venne eletto definitore provinciale dal 2001 al 2009; guardiano della comunità del santuario del SS. Crocifisso di Longiano dal 2005 al 2009. Eletto provinciale della Provincia bolognese nel 2009 fino al 2013, venne scelto come Custode generale del Sacro Convento di Assisi nel 2013 subentrando a padre Giuseppe Piemontese. Nel periodo 2009-2013 ha ricoperto anche il ruolo di presidente della Conferenza Italiana dei Superiori Maggiori (CISM) per l’Emilia Romagna e vice-presidente della Conferenza Intermediterranea dei Ministri Provinciali (CIMP). Dal 2010 è stato anche assistente regionale dell’Ordine Francescano Secolare (OFS) per l’Emilia-Romagna.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*