PIUMA minori vittime abuso e sfruttamento, Bori e Bistocchi, odg PD Perugia

PIUMA minori vittime abuso e sfruttamento, Bori e Bistocchi, odg PD Perugia,

PIUMA minori vittime abuso e sfruttamento, Bori e Bistocchi, odg PD Perugia. Nel 2011 la Regione Umbria ha avviato il progetto PIUMA (Progetto Integrato Unità Multidisciplinare Abuso)

PIUMA prevedeva l’attivazione di una ‘unità competente multidisciplinare’ (UCM), composta da operatori con preparazione ed esperienza provenienti sia dai servizi sociali dei tre Comuni (Perugia, Corciano e Torgiano) che dai servizi socio-sanitari dell’Asl 2 (Dipartimento Salute Mentale – Distretto del Perugino) e la presenza di due assistenti sociali comunali e di due psicologi dell’Azienda U.S.L. n. 2.

L’azienda U.S.L. n. 2. sarebbe dovuta essere integrata da altre figure professionali come lo psichiatra e il neuropsichiatra infantile, pediatri, educatori, consulenti legali in base ai casi specifici.

Inoltre, si sarebbero dovuti realizzare due spazi, uno destinato alla gestione degli incontri protetti tra minori e familiari, l’altro alla conduzione dell’audizione protetta da parte dell’Autorità Giudiziaria;

PIUMA, Obbiettivi

Tra gli obiettivi strategici per l’anno 2011 il Ministero per le Pari Opportunità aveva inserito quello dell’informazione, formazione e sensibilizzazione della società civile e il coinvolgimento delle istituzioni, di soggetti pubblici e privati e dei cittadini nella prevenzione e nel contrasto dei crimini sessuali a danno di minori.

LEGGI ANCHE: Progetto , inaugurato lo spazio per le audizioni protette

Proposta

Il Comune di Perugia, insieme ad un collettivo di soggetti pubblici e privati, aveva presentato una proposta.
A seguito dell’approvazione del progetto, fu sottoscritta un’associazione temporanea di scopo (ATS), che vedeva la Regione Umbria come soggetto capofila con il compito di coordinamento e monitoraggio.

Tra gli obiettivi, quello di promuovere e mettere in atto un percorso progettuale condiviso, finalizzato a migliorare le forme della collaborazione interistituzionale e la qualità dell’integrazione tra i procedimenti giudiziari e le prassi operative sociali, psicologiche e sanitarie;

I partecipanti al Tavolo interistituzionale erano: Procura Ordinaria di Perugia, Tribunale Ordinario di Perugia,  Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni dell’Umbria, Tribunale per i minorenni dell’Umbria, Questura di Perugia, Azienda Ospedaliera di Perugia, Ufficio Scolastico Regionale, Associazioni di promozione sociale  “MIXTIM” e “Altre Destinazioni” , Comuni di Torgiano e di Corciano;

Con Deliberazione di Giunta n. 431 del 20.10.2011 l’Amministrazione Comunale ha deliberato la propria volontà ad aderire alla proposta progettuale PIUMA:

•ha preso atto dell’approvazione del progetto PIUMA per la concessione di contributi per il sostegno a progetti pilota per il trattamento di minori vittime di abuso e sfruttamento sessuale;
• ha approvato lo schema di ATS;
•ha dato mandato all’Unità Operativa Engineering e sicurezza sul lavoro di provvedere  ai lavori di messa a norma dei nuovi uffici afferenti ai Servizi sociali di Via Campo di Marte per consentire nei tempi previsti dal Progetto PIUMA e all’U.O. Servizi Sociali di realizzare e attivare  lo spazio delle audizioni protette in collaborazione con la Regione, le Autorità giudiziarie e gli altri soggetti Istituzionali coinvolti nella realizzazione del progetto;

Con Determinazione Dirigenziale n. 108 del 29.04.2013 il Comune di Perugia ha acquistato gli arredi per l’allestimento dello spazio dedicato all’incontro tra minori vittime di violenza ed abuso e familiari realizzato nell’ambito del progetto PIUMA;

Con Deliberazione di Giunta n. 525 del 30.12.2012 il Comune di Perugia ha deliberato una spesa complessiva  di € 99.990,00 per approvare il progetto definitivo per l’adeguamento normativo della sede comunale di via Campo di Marte n. 52 (ex II^ circoscrizione):
• realizzazione di un ufficio dedicato al “Progetto Piuma”;
•realizzazione di una scala esterna in ferro per agevolare l’ingresso dei bambini;
•installazione al piano primo dell’edificio di macchine per la regolazione del microclima;

Con Determinazione Dirigenziale n. 149 del 31.12.2013 è stata impegnata, in esecuzione a quanto disposto con l’atto G.C. n. 525 del 30.12.2013, la spesa complessiva di € 99.990,00  nel bilancio 2013;

Euronews Live

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*