Mozione Bettarelli approvata, contributo per parrucca oncologica

 
Chiama o scrivi in redazione


Mozione Bettarelli approvata, contributo per parrucca oncologica

Mozione Bettarelli approvata, contributo per parrucca oncologica

L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha approvato all’unanimità la mozione presentata dal consigliere regionale Michele Bettarelli (Pd) che, dopo una interlocuzione tra i gruppi consiliari, è stata modificata, condivisa ed infine votata da tutti i consiglieri regionali. Nella nuova versione l’atto di indirizzo impegna la Giunta di Palazzo Donini ad “effettuare una puntuale ricognizione in merito alle necessità attuali e alla capienza dei capitoli di bilancio per poter proporre progetti ed iniziative, a partire dall’acquisto di parrucche, volte a rispondere alle esigenze di pazienti oncologici sottoposti a terapie antitumorali, tenendo in considerazione il cambiamento dell’aspetto che esse producono”.

IN SINTESI
Approvata all’unanimità dall’Assemblea legislativa dell’Umbria la mozione presentata dal consigliere regionale Michele Bettarelli (Pd) che, dopo un confronto tra i gruppi consiliari, è stata modificata, condivisa ed infine votata da tutti i consiglieri regionali. L’atto di indirizzo impegna la Giunta di Palazzo Donini ad “effettuare una puntuale ricognizione in merito alle necessità attuali e alla capienza dei capitoli di bilancio per poter proporre progetti ed iniziative, a partire dall’acquisto di parrucche, volte a rispondere alle esigenze di pazienti oncologici sottoposti a terapie antitumorali, tenendo in considerazione il cambiamento dell’aspetto che esse producono”. 

Prima della pausa nei lavori d’Aula che ha consentito di giungere ad un testo unitario, Bettarelli ha illustrato le finalità dell’iniziativa: “Le cure antitumorali incidono pesantemente sullo stato fisico e psicologico dei pazienti e la caduta dei capelli diventa un momento delicato per i malati, in special modo per le donne. Quando si combatte contro il cancro non riconoscersi allo specchio, vedersi differenti e non piacersi, rende ancora più dura la battaglia: la perdita di una componente importante della propria femminilità e, di conseguenza, la diminuzione della propria sicurezza e della capacità di relazionarsi con gli altri.

La caduta dei capelli, oltre a generare una sofferenza psicologica aggiuntiva, comporta un costo, anche oneroso e non sempre sostenibile per la persona malata. Purtroppo, non tutte le ammalate di cancro che ne avvertono la necessità possono permettersi una parrucca, che diventa un presidio sanitario necessario e poter usufruire di un contributo per l’acquisto della stessa è essenziale. Uno strumento per aiutare ad affrontare con maggiore forza psicologica una terapia antitumorale, una possibilità per i malati di cancro che avvertono questo disagio di sentirsi un ‘non’ malato, ma una persona come tutte le altre. Una possibilità che deve essere garantita a tutti attraverso il sostegno del servizio sanitario. Le risorse stanziate dalla Regione Umbria, secondo Bettarelli, risultano essere non sufficienti a soddisfare le domande che sono sempre più numerose”. Negli interventi che si sono succeduti, prima dell’elaborazione del nuovo testo, che i consiglieri Pace (FdI), Mancini (Lega), De Luca (M5S), Fioroni (Lega), Porzi (Pd) e l’assessore Coletto hanno evidenziato l’importanza e la sensibilità dell’argomento, auspicando un segnale unitario da parte dell’Assemblea ed un approfondimento della problematica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*