Locali comunali in comodato alle associazioni: stato di sicurezza e manutenzione

Locali comunali in comodato alle associazioni: stato di sicurezza e manutenzione

da Cristina Rosetti
Locali comunali in comodato alle associazioni: stato di sicurezza e manutenzione
. Interrogazione urgente del M5S. Nell’esercizio dell’attività di controllo, su denuncia dei cittadini, il M5S chiedeva informazioni ed atti all’amministrazione comunale sul corretto utilizzo dei locali comunali di Via Santucci. In particolare, in relazione al comodato oneroso dei locali, affidati all’Associazione Lavori in Corso, si chiedevano tutti gli atti di controllo dell’ente, in ordine al corretto utilizzo, allo stato di sicurezza (anche impiantistica) e al buono stato di manutenzione dei predetti spazi, compresi gli spazi verdi adiacenti, eseguiti negli anni 2016-2017-2018, la legittimità dell’uso di eventuali strutture esterne, le possibili destinazioni d’uso della sala San Costanzo, che a catasto risulta classificata come magazzino,  la presenza di uscite di sicurezza e l’indicazione di eventuali eventi, di quale tipologia e con quale capienza massima, gli incassi della sala San Costanzo da parte dell’associazione negli anni 2016-2017-2018, nonché gli interventi programmati in ordine alla manutenzione straordinaria del predetto immobile, a carico dell’Amministrazione.

L’ente rispondeva solo parzialmente, ma sull’aspetto dei controlli, di fatto, confermava che gli stessi non erano stati eseguiti.

Anche i cittadini che reclamavano usi per gli stessi non appropriati dei locali, non avevano di fatto avuto risposta. Solamente, a seguito dell’intervento di altre autorità competenti, venivano accertati in loco situazioni che, stante agli accertamenti eseguiti, potrebbero inficiare la sicurezza di fruitori e terzi e parte degli adempimenti da eseguirsi sembrano peraltro ricadere sul Comune, ente proprietario.

Partendo da tale preoccupante vicenda, di omissione evidente di controlli periodici, importanti, che il Comune dovrebbe eseguire su tutti gli immobili concessi in comodato, non solamente finalizzati a verificare in loco il corretto utilizzo delle strutture e lo stato di sicurezza, ma altresì lo stato di manutenzione degli stessi, proprio al fine di garantire l’utilizzo in sicurezza del locali, il M5S ha depositato una interrogazione urgente, volta a comprendere quale programmazione l’Amministrazione abbia adottato per eseguire i predetti controlli e quale sia lo stato effettivo di manutenzione e sicurezza di tutti gli immobili dati in comodato alle associazioni.

Una burocrazia sorda e inerte, come è stato nel caso di specie, non fa un buon servizio ai cittadini né alle associazioni e alle attività spesso meritevoli che le stesse faticosamente portano avanti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*