Governo cambia rotta su sisma e busta pesante, era idea Prisco Zaffi, eh!

 
Chiama o scrivi in redazione


Governo cambia rotta su sisma e busta pesante, era idea Prisco Zaffi, eh!  “A partire dal rinvio della cosiddetta ‘busta paga pesante’ nel testo del decreto legge approvato dal governo sul terremoto ritroviamo alcune delle nolte proposte avanzate da Fratelli d’Italia al commissario straordinario De Micheli. Non esprimiamo ancora un giudizio definitivo ma siamo soddisfatti perché ciò dimostra che su diversi punti avevamo ragione ed era necessario un cambio di rotta su alcuni provvedimenti”. Lo hanno detto il parlamentare Emanuele Prisco e il senatore Franco Zaffini. “Daremo il nostro contributo alla Camera e Senato per migliorare il provvedimento con i nostri emendamenti al fine di presentare una proposta di legge organica – spiegano in una nota i parlamentari umbri -.

LEGGI ANCHE: Terremoto, restituzione busta pesante, Prisco e Zaffini (FDI), ultimo regalo del PD agli Umbri

Il nostro obiettivo è ora consentire l’accelerazione della ricostruzione sia privata che pubblica che, purtroppo, è ancora in alto mare e non vede risultati concreti”. FdI aveva chiesto con insistenza al commissario De Micheli di “attivarsi con ogni mezzo per l’emanazione di un decreto legge che modificasse quanto previsto dal precedente Governo, rinviando, almeno fino a fine anno l’avvio del recupero della ‘busta pesante’, così da poter poi mettere in piedi tutti i provvedimenti necessari, compreso l’abbattimento dell’importo da restituire. In occasione del sisma che colpì l’Abruzzo nel 2009 – ricordano Prisco e Zaffini – il governo Berlusconi in sintonia con quanto fatto per il precedente terremoto che aveva colpito l’Umbria nel ‘97 concesse la dilazione in dieci anni del recupero della busta pesante e con lo sconto del 60 per cento”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*