Deputato da oltre due mesi, si tiene ancora stretta la poltrona di Assessore

 
Chiama o scrivi in redazione


25 migranti trasferite in Umbria Prisco (Fdi), Governo non può calpestare territorio
On. Emanuele Prisco

Da Cristina Rosetti (Portavoce Presidente Gruppo Consiliare M5S)
Deputato da oltre due mesi, si tiene ancora stretta la poltrona di Assessore PERUGIA – L’Assessore all’urbanistica Prisco (FdI), proclamato eletto alla Camera dei Deputati, il 9 marzo scorso, nonostante il chiacchiericcio sulla sua possibile sostituzione, a tutt’oggi, si tiene stretta la poltrona, ma diserta commissioni importanti come quella sullo studentato di San Bevignate e lo si vede raramente ai consigli comunali. La delega importante che gli è stata affidata dal Sindaco, quella all’urbanistica, richiede presenza e capacità di gestione. Riteniamo che la politica al servizio dei cittadini richieda serietà.

LEGGI ANCHE: Prisco, a commissaria ricostruzione chiesta semplificazione procedure

Abbiamo atteso due mesi, fiduciosi che l’Assessore desse le proprie dimissioni. Poiché ciò non è stato, il M5S ha depositato una mozione urgente, che verrà discussa quanto prima, con cui chiede al Sindaco Romizi di ritirare le deleghe; deleghe che potrà direttamente esercitare lo stesso Sindaco o che potranno essere affidate ad altri.

Le questioni da trattare sono complesse: San Bevignate, che deve trovare la giusta soluzione ovvero la completa inedificabilità, e il progetto di “espansione” del centro commerciale di Collestrada, con l’arrivo di Ikea e non solo e che richiederà una seria riflessione del Consiglio comunale stesso tanto in ordine alla utilità e attualità di un progetto il cui senso è tutto da capire che al nodo della viabilità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*