Cambio nome palasport, Mori, Pd, il Comune deve fare ancora chiarezza

da Emanuela Mori
Cambio nome palasport, Mori, Pd, il Comune deve fare ancora chiarezza Mi trovo costretta a tornare sulla questione del cambio nome del Palasport di Pian di Massiano per il prossimo biennio, dopo la visita “spot” alla Società Operaia di Mutuo Soccorso da parte del Sindaco: intanto, vorrei far notare che ci sono voluti ben 4 anni di mandato perché questa si concretizzasse. Inoltre, appare evidente che le polemiche e il dibattito delle scorse settimane intorno alla vicenda abbiano colpito nel vivo una Amministrazione poco attenta al rispetto della nostra storia. Ribadisco ancora una volta quanto reputi una vergogna cittadina l’aver deciso di eliminare il nome di Evangelisti dallo storico palazzetto perugino: mentre si intitolano rotatorie in onore di personaggi che niente hanno a che fare con la nostra città, si cancella la memoria di un perugino doc, un antifascista, una colonna del nostro sport e radice della nostra democrazia e Repubblica al tempo stesso.

LEGGI ANCHE: PalaBarton, azienda Bartolini valorizzerà e salvaguarderà Memoria Evangelisti

Tassa di soggiorno Perugia, Mori al comune, esclude alcune categorieFermo restando il rispetto nei confronti degli imprenditori che hanno investito in questa operazione, occorre tuttavia rimarcare quanto il governo della città si dimostri ancora una volta incapace nel gestire una situazione scomoda, come dimostrano le reazioni negative di una larga parte dell’opinione pubblica.

Mi auguro che la mia Interrogazione per fare luce sulla questione non venga accantonata in qualche scrivania e collocata fra quelle più scomode, ma venga presto discussa in aula per mettere la parola fine e rispondere a tutti i dubbi su quanto accadrà nei prossimi due anni. 

L’Amministrazione comunale deve avere il coraggio di dire la verità ai cittadini, anche quando questa non piace ad una parte di essi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*