Tamburi, ok le campane per raccogliere vetro, ma chi si occupa delle bottiglie per strada?

 
Chiama o scrivi in redazione


Tamburi, ok le campane per raccogliere vetro, ma chi si occupa delle bottiglie per strada?

Campane di raccolta mono materiale per il vetro! Ottimissima idea ma si potrebbe fare di più: togliere di mezzo dalle strade le numerose bottiglie di birra abbandonate “da chi ha molta sete”! Il Comune si sta predisponendo per dare la possibilità a noi cittadini di effettuare la raccolta vetro in modo separato da altri materiali ferrosi, plastica ed altri. Bellissima iniziativa che darà, ad un materiale così importante per il benessere di tutti, la possibilità di essere riciclato quasi completamente. Come Associazione dobbiamo comunque auspicarci che, questo servizio, sia organizzato, per essere al massimo fruibile ed utile all’economia del Paese, nel miglior modo possibile e con il minor sacrificio per noi cittadini.

Non resta che provare per crederlo possibile. Organizzazione ed idea nuova per la nostra città che, comunque, segue già l’esperienza di altre realtà comunali come Casoria, Parma e altre ancora. “Perugia: Social City” reputando che questa raccolta particolare può essere effettuata anche per altre necessità, ugualmente importanti per il buon vivere cittadino, propone ed auspica che una ulteriore organizzazione sia messa in atto, ancora in forma più specifica, interessando e quindi sanando, situazioni di abbandono di bottiglie vuote per le strade, ed ovunque, in Perugia!

Sto parlando dei signori che sempre, dappertutto e in qualsiasi ora della notte e del giorno, dopo aver fatto le loro numerose “bevute” di birra, gettano o abbandonano i vuoti da tutte le parti, a testimonianza del loro “festoso passaggio”.

Una volta, questi vuoti, venivano recuperati perché i produttori della bevanda, avevano interesse a recuperati i vuoti (che tra l’altro potevano essere riutilizzati svariate volte) pagando, per questo servizio, il famoso prezzo del “vuoto a rendere” poi, magari presupponendo le ire dei produttori di contenitori di vetro, questo mercato non fu più possibile.

Ora la domanda è: perché la politica comunale, per togliere di mezzo dalle strade, dalle piazze; insomma da tutti i luoghi possibili della città, questi vetri che oltre ad essere di un brutto impatto per noi tutti cittadini e soprattutto per i turisti che vengono, sono anche di una pericolosità estrema, non si attiva per trovare una soluzione per farli depositare in un contenitore dedicato, e chi lo fa non venga in qualche modo premiato? Così altre che il vetro depositato dalle esigenze delle famiglie si recupererebbe anche quello abbandonato! l Sindaco, la Giunta e tutti coloro che sono responsabili dell’andamento del benessere dei cittadini dovrebbero, in ogni modo, farci un serio pensierino sopra. Giampiero Tamburi (Coordinatore Perugia: Social City)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*