Spesasospesa.org: al via il primo progetto di solidarietà circolare

 
Chiama o scrivi in redazione


Spesasospesa.org: al via il primo progetto di solidarietà circolare

SpesaSospesa.org trasforma il rito nobile e antico del “caffè sospeso” di Napoli in un progetto innovativo che digitalizza il flusso di donazioni e coinvolge i cittadini, i Comuni, gli enti no-profit del territorio e le imprese alimentari.

Nonostante la fase più drammatica dell’epidemia di Covid19 sia alle spalle, la situazione che l’Italia sta vivendo è tutt’altro che rosea: durante il lockdown il 59% delle aziende alimentari ha subito un calo della produzione con punte fino al 30% in meno rispetto alla norma. E circa il 60% delle imprese del settore stima una diminuzione del fatturato che potrebbe attestarsi a oltre il 20%. Allo stesso modo la popolazione è stata colpita duramente: sono oltre 40.000 le famiglie a rischio indigenza, il 105% in più rispetto a pochi mesi fa.

Ora più che mai è fondamentale intervenire per aiutare la nostra economia a ripartire.

SpesaSospesa.org nasce non come una semplice campagna di raccolta fondi per donare cibo a chi non ne ha, ma come un vero e proprio circolo virtuoso, un progetto di solidarietà circolare per condividere energie e risorse con chi ne ha più bisogno. Un’iniziativa di sostegno a chi è in difficoltà, nonché un modello che è destinato a funzionare anche in futuro.

È possibile contribuire a SpesaSospesa.org con donazioni libere in denaro attraverso la piattaforma di raccolta fondi CharityStars (www.charitystars.com/SpesaSospesa).

Anche Sorgenia partecipa all’iniziativa, trasformando in donazione il valore dell’ultima bolletta di ciascun cliente che deciderà di aderire all’iniziativa(www.sorgenia.it/spesa-sospesa) e coinvolgendo i dipendenti, che hanno già contribuito con 20mila euro. Le imprese alimentari, le catene di distribuzione e i produttori locali potranno sia donare i prodotti in eccedenza o in scadenza, sia vendere i propri prodotti a prezzi scontati contribuendo così alla lotta allo spreco alimentare (www.spesasospesa.org).

Le donazioni in denaro saranno consegnate ai Comuni o alle associazioni presenti sul territorio e verranno utilizzate per comprare gli alimenti a prezzi scontati dalle imprese alimentari aderenti. Sarà poi il network di associazioni no-profit accreditate a distribuirli a chi ne ha bisogno. I flussi di donazioni saranno registrati e gestiti attraverso l’innovativa piattaforma di food sharing Regusto; grazie alla tecnologia blockchain integrata, tutte le transazioni, i movimenti e le destinazioni degli alimenti saranno tracciate in totale trasparenza.

SpesaSospesa.org è un’iniziativa fondata e promossa dal Comitato Lab00 Onlus, composto da Francesco Lasaponara, startupper di iniziative con vocazione sociale, dall’attore e volto noto della Tv Davide Devenuto, dall’AD di Regusto Marco Raspati, da Flavio Barcaccia – CEO di Nexma e da Felice Di Luca, Business Developer di Synesthesia. SpesaSospesa.org è nata e si è sviluppata durante una serie di videoconferenze su zoom e ha coinvolto in breve tempo numerosi partner importanti, ricevendo adesioni da parte delle pubbliche amministrazioni.

Primi in Italia a sposare il progetto i Comuni di Napoli, Perugia, Alessandria, Catanzaro e Afragola che hanno già dato il patrocinio all’iniziativa, inserita dal Comune di Torino nel portale Torino City Love tra le azioni di solidarietà e innovazione per il territorio.

“L’emergenza che stiamo vivendo ha rivelato quanto sia utile e importante l’innovazione digitale. Anche noi di Regusto abbiamo voluto fare la nostra parte e mettere al servizio della società civile e di tutti gli italiani in difficoltà dal punto di vista economico la nostra piattaforma di food sharing for charity, che abbiamo integrato e potenziato con la tecnologia blockchain per garantire la puntuale tracciabilità dei flussi di donazioni. SpesaSospesa.org è un progetto che coinvolge e riguarda tutti, è sostenibile, è anti-spreco alimentare ed è anche pensato per aiutare e supportare i produttori alimentari del territorio, perché potranno vendere i loro prodotti di qualità a prezzi di favore”, ha commentato Marco Raspati, founder di Regusto, il brand della startup Recuperiamo srl.

“Abbiamo creduto in questo progetto inclusivo perché porta beni essenziali a chi ne ha bisogno, utilizzando la velocità e la trasparenza del digitale, in un perfetto esempio di tecnologia al servizio delle persone – ha commentato Gianfilippo Mancini, AD di Sorgenia. Il nostro coinvolgimento è duplice: ai dipendenti e clienti residenziali della nostra community chiediamo di dimostrare la volontà di condivisione con un piccolo contributo, a fronte del quale Sorgenia donerà all’iniziativa l’equivalente del valore della loro ultima bolletta; allo stesso tempo, sosteniamo le aziende nostre clienti che operano nel settore agro alimentare dando loro opportunità di mercato, un intervento concreto per aiutarle a superare questo momento critico”.

SpesaSospesa.org è un progetto corale, che unisce le esperienze e le competenze di molti partner. Tutti hanno aderito a titolo gratuito, rinunciando a compensi e commissioni.

Di seguito l’elenco dei partner:

Fondatori del progetto:

  • Comitato Lab00, Regusto (brand di Recuperiamo srl), Synesthesia srl, FoodChain spa.

Davide Devenuto, Francesco Lasaponara.

Partner ufficiali:

  • Main partner – Sorgenia
  • Technical Partner – Nexo Corporation, Nexma, Rekordata, Grafiche Paciotti, Quadrans Foundation, Colonni&Partners, Abruzzo Distribuzione, CharityStars, CRIBIS, (Supporto tecnologico e tecnico alla campagna)
  • Media Partner – BeMedia (ufficio stampa), Agata Produzioni (società di produzione), Wunderman Thompson (comunicazione), MiglioriAmo (gestione social), Italian Marketing Foundation, Studio Segre, Consumerismo, Rivista Ambiente.
  • Supporter – Legambiente, Italian Global Solution, UGO, Unione Nazionale Consumatori, Associazione Legali Italiani, Lega delle Autonomie Locali, Associazione Restiamo Assieme, Cetri-Tires, VisItalyMaps.

Igles Corelli, Ludovica Principato, Enrico Fontana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*