Pd, 75 milioni in opere pubbliche perenne campagna elettorale a Perugia

“Sia chiaro – prosegue il comunicato – che se tutto ciò fosse davvero realizzato, saremmo i primi ad essere contenti per la città”

Pd, 75 milioni in opere pubbliche perenne campagna elettorale a Perugia
paolo polinori

Pd, 75 milioni in opere pubbliche perenne campagna elettorale a Perugia

“È davvero sorprendente come dopo 5 anni di governo da parte della Giunta comunale, ad appena 2 mesi dalle nuove elezioni, si promettano ingenti somme da destinare alla città, dopo l’immobilismo al quale abbiamo assistito durante tutta la consiliatura.” È quello che afferma una nota a firma del Pd di Perugia in merito al nuovo piano triennale dei lavori pubblici.

“Sia chiaro – prosegue il comunicato – che se tutto ciò fosse davvero realizzato, saremmo i primi ad essere contenti per la città”.

“Ma dobbiamo assolutamente registrare la strumentalizzazione solo a fini elettorali che è stata fatto con il Piano Triennale opere pubbliche appena presentato dal Comune di Perugia. Si trovano infatti nel piano gli stessi progetti con gli stessi importi, trascinati di anno in anno, almeno dal 2016 ad oggi. Sono un valido esempio i 4 milioni 850 mila euro previsti nel 2020 per il recupero funzionale del complesso Torre di Pretola, che riscontriamo anche nel piano per il 2018 (triennale 16-18) e nel 2019 (triennale 18-20), oppure per la sistemazione e ricomposizione delle cave di Resina, S. Orfeto e Palazzaccia, per un importo totale di quasi 11 milioni di euro, che ritroviamo sia le 2016 che nel 2018, ora rimandato al 2019.” Oltre al fatto che pochissimi progetti risultano essere definitivi o esecutivi.”

C’è poi un ulteriore fatto da segnalare legato ai cofinaziamenti regionali che, nella nota del Comune, non vengono minimamente presi in considerazione. Un valido esempio è il recupero del Teatro Turreno, nel quale la Regione investe quasi 3 milioni di euro, a fronte di un cofinanziamento comunale di soli 254 mila euro. Un progetto, quello del Turreno – proseguono i Democratici – che ci lascia ancora fortemente dubbiosi vista la scarsità di informazioni in merito al futuro sviluppo di questo importante spazio del Centro storico”.
“In definitiva – conclude la nota – crediamo che sia opportuno non prendere in giro i perugini. L’impegno da parte nostra sarà quello di ascoltare e discutere con i cittadini, raccogliere le loro istanze, al fine di costruire insieme la Perugia del futuro con l’obiettivo di trovare insieme le soluzioni più idonee”.

da Segreteria PD

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
21 + 5 =