Grandi stranieri alla stranieri, i “saranno famosi” di palazzo Gallenga

Grandi stranieri alla stranieri, i "saranno famosi" di palazzo Gallenga

Grandi stranieri alla stranieri, i “saranno famosi” di palazzo Gallenga PERUGIA – L’Università per Stranieri è stata fin dalle sue origini considerata una eccellenza non soltanto perugina, ma dell’intero Paese, capace di far conoscere e apprezzare la nostra cultura, e di gettare un ponte verso le culture altre.

Ciò allo scopo di favorire una reciproca comprensione e gettare le basi per un futuro di convivenza e di pace.

Dal punto di vista dell’istituzione, il ruolo da essa esercitato è ben conosciuto, giacché non sono mancati studi apprezzabili al riguardo. Meno noto forse è il seguito delle storie individuali di quanti qui hanno completato la propria formazione.

LEGGI ANCHE: Unistra, Paciullo in prima linea con l’Università di Würzburg

Ebbene, i destini individuali sono stati i più disparati: ma accanto alla maggioranza che nelle terre di origine hanno ricoperto ruoli importanti ma nell’ordine della normalità, ve ne sono alcuni che sono emersi per meriti scientifici, letterari, artistici, politici.

L’Associazione Porta Santa Susanna ha così voluto dedicare una delle sue serate sul Novecento a quanti, diplomati e laureati all’Università per Stranieri di Perugia, hanno portato il suo nome e il suo messaggio nel mondo.

“Grandi stranieri alla Stranieri: i ‘Saranno famosi’ di Palazzo Gallenga” è il titolo della conversazione a due voci (relatori Sabrina Cittadini e Giuseppe Dallera) che si svolgerà venerdì 18 maggio, alle ore 21, nella sede di via Tornetta 7 (adiacente al Parcheggio Pellini).

Il consueto momento conviviale di amicizia concluderà la serata. L’ingresso è libero, tutti sono cordialmente invitati.

La rassegna stampa

Commenta per primo

Rispondi