Assessori comunali in trasferta, chi ha chiesto rimborso e chi no nulla

 
Chiama o scrivi in redazione


Assessori comunali in trasferta, chi ha chiesto rimborso e chi no nulla

Assessori comunali in trasferta, chi ha chiesto rimborso e chi no nulla

Sono poco più di dieci mila euro la spesa per le trasferte degli assessori comunali e del sindaco in quattro anni di amministrazione. Lo riporta oggi la Nazione Umbria elencando nel dettaglio i nomi e le spese degli assessori che hanno chiesto il rimborso. Chi ha chiesto il rimborso dai 7 ai 9 euro per un panino, chi nulla e chi ha superato i duemila euro per i viaggi. Ma tutto sommato la spesa è stata piuttosto contenuta. A cercare di fare chiarezza e di capire se comunque è tutto in regola è la Commissione garanzia e controllo che da settimane cerca di venirne a capo. Ci sono viaggi (e quindi rimborsi) sui quali i commissari non hanno nulla da eccepire, altri invece su cui vogliano vederci chiaro.

Questi gli importi rimborsati da luglio 2014 fino a ottobre 2018: Edi Cicchi (assessore ai Servizi sociali) è quella con la lista più lunga: i suoi viaggi a Roma, Milano, Bari (spesso di un solo giorno) sono stati sempre rimborsati (spese per pasti ed eventuale alloggio): la cifra più importante è quella del viaggio in Malawi (11-19 aprile 2016, «viaggio per consolidare i rapporti di collaborazione fra le istituzioni locali e il Comune» si disse) per 1.587 euro.

Michele Fioroni ha ricevuto in rimborso per i voli d’aereo in Iran a Seattle complessivi 2.075 euro; l’ex assessore Emanuele Prisco 89,80 euro (UrbanPromo a Torino ottobre 2016); Teresa Severini si è recata nel 2014 a Bratislava con una dirigente per la Mostra ‘Etruschi a Perugia’, e tra gli altri viaggi c’è quello per il raduno commemorativo dei fanti a Vittorio Veneto il 26 e 27 maggio scorsi (104 euro) e infine la trasferta a Gran Rapids di agosto (1.315 euro) per un totale di 1.817 euro. Dramane Wagué soltanto 25,90 euro, il sindaco Andrea Romizi ha fatto un viaggio e Rouen nel novembre 2017 per visionareil «Bus Rapis Transit»: totale rimborsi 536 euro. Il suo vice Urbano Barelli ha effettuato trasferte rimborsate da 515 euro; Cristina Bertinelli (assessore al Bilancio) 51 euro e quella che ha viaggiato di più è stata Cristiana Casaioli (che ha la delega ai gemellaggi) e che ha ricevuto rimborsi complessivi 2.623 euro. Francesco Calabrese infine nessun rimborso. Totale dei rimborsi 10.302 euro. m.n.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*