Accademia Federale di formazione politica Lega in Umbria

 
Chiama o scrivi in redazione


Accademia Federale di formazione politica Lega in Umbria

Accademia Federale di formazione politica Lega in Umbria

Si conclude oggi il primo corso dell’Accademia Federale Lega di formazione politica in Umbria, con relatori d’eccezione:

  • Sen. Manuel Vescovi Presidente e responsabile dell’Accademia Federale, Segretario della Commissione paffari esteri e immigrazione, Vicepresidente della Delegazione parlamentare italiana presso l’Assemblea del Consiglio d’Europa, Vicepresidente della Commissione parlamentare di inchiesta sui fatti accaduti presso la comunità “Il Forteto”,
  • On. Paolo Formentini Vicepresidente della Commissione affari esteri e comunitari, Vicepresidente della delegazione parlamentare presso l’Assemblea parlamentare della NATO,
  • Sen. Maurizio Campari Vicepresidente Commissione lavori pubblici e comunicazioni,  Commissione lavoro pubblico e privato, previdenza sociale e parlamentare per le questioni regionali che parla dei lavori pubblici,
  • On. Simona Baldassarre Commissione per l’ambiente, sanità pubblica e sicurezza alimentare, Commissione per i diritti delle donne e l’uguaglianza di genere, Delegazione alla commissione parlamentare mista UE-Macedonia del Nord  Eurodeputata,
  • On. Anna Bonfrisco Eurodeputata membro della Commissione per gli affari esteri, per i bilanci,Delegazione per le relazioni con Israele e per le relazioni con l’Assemblea parlamentare della NATO,
  • Prof. Francesco Forlin
  • I Parlamentari della Lega Umbria (On. Virginio Caparvi, Sen. Valeria alessandrini, Sen Luca Briziarelli, Sen. Simone Pillon).

Ad opinione di tutti è stato un corso altamente formativo per le tematiche affrontate durante le lezioni, fatte sia in presenza che a distanza durante il periodo di quarantena a causa del Covid, tanto che l’adesione umbra per il primo anno è stata massiccia, circa 135 iscritti.

Il giorno della chiusura non è stata da meno, grazie anche ai relatori che hanno contribuito con molte informazioni dovute elle loro competenze ed esperienze.

Interventi:

Prof. Francesco Forlin – ha spiegato tramite un percorso storico l’origine dell’Europa e le tappe fondative, il Manifesto di Ventotene, unione dell’Europa su basi federali, il multiculturalismo e la sovranità dello stato, introduzione della PAC (Politica Agricola Comune), nascita dell’unione doganale, passaggio dalla CEE alla UE, i problemi della UE nella storia attuale e la Brexit. Un riepilogo dei fatti storici che hanno portato all’UE.

 

On. Paolo Formentini – ha approfondito temi come l’affidamento della gestione 5G da parte del governo italiano al regime cinese come di gran parte dell’economia, l’uso di strumenti informatici per veicolare una informazione a favore della Cina, il favore della Lega per il patto Atlantico, ha parlato degli aiuti arrivati in Italia dagli Stati Uniti d’America ma che non sono passati nei media come quelli arrivati dalla Cina, il trattamento riservato ai cattolici in Cina passato sotto silenzio, il rapporto tra Cina e OMS (controllo della Cina su molte associazioni, tra cui l’OMS) e il quadro geopolitico.

L’On. Virginio Caparvi Segretario della Lega Umbria – ha parlato della Lega come partito, del fare politica con gli eletti nel territorio e con i militanti sottolineando che la Lega è un partito che si sta radicando sul territorio e che sta facendo crescere una classe dirigente, con la conseguente importanza dell’esperienza che si fa sul campo. Le sue parole sono state sulla politica fatta di ascolto tra la gente e sulla figura del politico interprete del popolo. Ha sottolineato l’importanza della formazione e dell’umiltà.

 

La Sen. Valeria Alessandrini ha portato i suoi saluti ricordando che era iscritta all’Accademia ed era proprio “a lezione” quando ha ricevuto la telefonata di Salvini che le annunciava la candidatura che l’ha vista eleggere a Senatrice della repubblica.

Il Sen. Luca Briziarelli ha subito ringraziato l’organizzazione dell’Accademia per il lavoro svolto e per la vicinanza ai territori e alle persone, ha parlato della Lega come partito di lotta ma anche di responsabilità e dei valori rappresentati dal partito. Ha approfondito la tematica dei regimi e fa la similitudine Orban-Conte, parla delle passerelle fatte dai politici del governo attuale davanti ai terremotati dimenticati e dell’unico emendamento fatto sull’argomento che era stato proposto dalla Lega. Parla delle proposte inascoltate, delle infrastrutture umbre e della sanità: un disastro a cui il governo non da la possibilità di rimediare. Parla del problema dei rifiuti e in ultimo della Lega come forza di governo responsabile. Per concludere il Sen. Briziarelli cita: “Andreotti ha detto che il Potere logora chi non ce l’ha, ma non è così : il potere logora chi ha bisogno di averlo per esistere. La Lega è l’unico movimento che non ne ha bisogno, possiamo trovarci in maggioranza o in minoranza, ma saremo sempre una forza di Governo che si batte per difendere gli interessi dei cittadini”.

Prosegue gli interventi il Sen. Maurizio Campari.  Secondo lui si dovrebbe alleggerire la burocrazia con commissari con poteri speciali, parla di concessioni e mobilità, degli incentivi che il governo ha incentrato solo su piccolissime realtà produttive. Affronta il problema della mancanza di tecnologie sviluppate, dei molti studenti che non sono riusciti a seguire le lezioni da remoto. Parla della classe dirigente del domani che non dovrà mai dimenticare chi è e da dove viene, con umiltà e cautela, che deve fare squadra lasciando da parte i personalismi. “La squadra funziona, l’individualismo non funziona mai, ragionate e guardate avanti” dice Campari, “bisogna ascoltare sempre la gente senza giudicare a prescindere e senza pensare sempre di avere ragione, emozionatevi per quello che fate, chi fa politica fa un servizio per la comunità, bisogna sentirsi onorati e fieri di essere un punto di riferimento per i cittadini”.

L’On. Anna Bonfrisco espone i problemi del sistema giudiziario, da europarlamentare parla del MES: tutti lo vogliono ma non lo usa nessuno perché è uno strumento anacronistico. Ci spiega che la governance del MES che non include nemmeno un rappresentante italiano e non prevede nessuna responsabilità penale e civile. Nonostante la trasparenza e la garanzia questi rappresentanti hanno preteso la totale immunità. Anna Bonfrisco dice che le condizionalità del MES sottopongono al regolamento nella restituzione in massimo 10 anni dell’importo preso a garanzia e accedendo ai fondi del MES si è vincolati a concordare preventivamente le scelte economiche e politiche del paese, praticamente una grande limitazione della libertà. Conclude approfondendo i temi di Europa, Nato, geopolitica e difesa.

Il Sen. Simone Pillon parla dell’idea della Lega come unica forza politica che ha capito l’importanza delle relazioni internazionali che non siano di sottomissione ai regimi, secondo lui va data importanza al sociale per aiutare la gente, per riportare il centro decisionale vicino alle persone per non farle sentire sole. Per Pillon è importante restituire l’identità ai popoli e fare emendamenti a favore della famiglia. Quelli proposti dalla Lega sono sempre stati bocciati. “Non facciamoci spaventare dagli attacchi” conclude il senatore.

L’On. Simona Baldassarre Eurodeputata, parla dell’importanza dello stare tra la gente, ricorda quando i Governatori del nord Italia difronte al rischio Covid-19 volevano controllare i confini ma vennero tacciati di intolleranza mentre i rappresentanti del governo erano per l’apertura e per “abbracciare il cinese”, poi si è visto com’è andata. L’Europa, dice, doveva dare un sostegno nella gestione medica e economica invece si è limitata a bloccare ai confini il materiale di aiuto che arrivava per l’Italia, facendolo arrivare quando era ormai tardi, di fatto siamo stati lasciati soli da questa UE. Una piccola vittoria ma di grande soddisfazione è stata la Plasmaterapia in cui l’Italia ha dimostrato di essere avanti. L’UE ha trovato in due giorni molti fondi per i vaccini ma non per la ricerca per la Plasmaterapia che ha dimostrato di essere efficace, probabilmente, dice la Baldassarre, perché a differenza dei vaccini, non ha ritorni economici. Simona ha parlato di utero in affitto e poi di quarantena, specificando che, mentre gli italiani sono stati costretti a stare chiusi in casa, non sono stati fermati gli sbarchi di persone infette da Covid che hanno provocato dei nuovi focolai a Lampedusa.

Il Sen. Manuel Vescovi Presidente dell’Accademia ha in ultimo speso belle parole per ringraziare sia i relatori del corso che i partecipanti della Lega Umbria che hanno scelto di formarsi, facendo capire l’importanza sempre più grande di una consapevolezza politica e dirigenziale. Tutto questo sotto l’ottima organizzazione del responsabile del corso Avv. Luigi Pecchioli, del coordinatore Avv. Walter Biscotti e dello staff.

 

Al termine degli interventi, Il Sen. Vescovi con gli ospiti relatori e i Parlamentari Umbri hanno distribuito ai partecipanti il Diploma di frequenza dell’Accademia Federale di formazione politica “Formarsi per governare”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*