Sisma 2016: prospettive di rilancio dell’area del cratere

 
Chiama o scrivi in redazione


Sisma 2016: prospettive di rilancio dell'area del cratere

Sisma 2016: prospettive di rilancio dell’area del cratere

“Migliaia di cittadini umbri hanno visto sconvolte le loro vite ed il territorio in cui vivono e si trovano ancora in uno stato di emergenza causato dalla lentezza del processo amministrativo e di ricostruzione nei primi anni della gestione commissariale”.

Ad affermarlo è Paola Fioroni (Lega-vicepresidente Assemblea legislativa) che annuncia di aver depositato un’interrogazione, sottoscritta dal capogruppo Stefano Pastorelli, per “conoscere dalla Giunta regionale lo stato di avanzamento della ricostruzione post sisma in Umbria e per conoscere le prospettive ed i programmi per il rafforzamento ed il rilancio dei territori umbri del cratere sismico”.

LEGGI ANCHE – Nonna Peppina, simbolo sisma del 2016, esempio mondiale di resilienza

“Il processo di ricostruzione, gestito dalle precedenti Amministrazioni regionali, è stato caratterizzato – spiega Paola Fioroni – da una lentezza non più sostenibile che ha impedito di restituire nel breve tempo una normalità ai tanti cittadini umbri del cratere sismico, con un impatto drammatico per la popolazione sia dal punto di vista materiale che psicologico”.

“Nella fase emergenziale la traiettoria di sviluppo economico-sociale subisce una correzione della curva – prosegue la consigliera del Carroccio – pertanto occorre accelerare la ricostruzione e sviluppare contestualmente politiche di sviluppo e strategie per la costruzione di città e comunità più resilienti”.

“Questa Amministrazione regionale – conclude la vicepresidente Fioroni – ha mostrato un rinnovato interesse per velocizzare il processo di ricostruzione e riqualificare le aree interne, anche al fine di contrastarne lo spopolamento”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*