Moto e disabilità: tornare a guidare in pista si può con la Onlus Di.Di.Diversamente Disabili

Guidare una moto anche con gravi disabilità oggi è possibile grazie alla Onlus Di.Di. Diversamente Disabili

 
Chiama o scrivi in redazione


Imparare in sicurezza a gestire la moto in tutte le situazioni, divertendosi nel contempo a girare in autodromo.

Nasce con questo obiettivo “LEARN and TRY”, il corso motociclistico in pista/paddock organizzato dalla Onlus Di.Di. Diversamente Disabili dedicato a tutti gli amanti delle due ruote disabili, dai neofiti agli esperti che si è tenuto all’Audromo dell’Umbria di Magione.

Chiara Valentini, Emiliano Malagoli, Vinicio Bogani e Daniele Barbero insieme a Maurizio Castelli, Luca Guerzoni, Claudio Filipazzi, Alex Innocenti, piloti e istruttori per Disabili coadiuvati dal Motoclub Ducati Perugia Doc hanno studiato la pista, costruito traiettorie, ristudiato l’assetto di giuda per i ragazzi presenti, assetto non piu da normodotati ma specifico per disabili, e regalato un sogno a chi da tempo non era piu salito su di una moto.

Teoria e pratica in pista, lezioni frontali e ausilio durante i giri in pista  per dieci  giovani provenienti da tutta Italia che hanno potuto, con la stessa grinta e determinazione, riprovare l’emozione di tornare in sella e girare in pista come tutti i motociclisti e le motocicliste presenti a Magione.

La Onlus “Di.Di. Diversamente Disabili”, nata a gennaio 2013, è la prima Associazione in Italia che si è occupata di (ri)avvicinare al mondo delle due ruote i ragazzi disabili che non hanno avuto la possibilità di farlo.

Madrina e grande sostenitrice della Onlus è Annalisa Minetti, cantante e atleta paralimpica. Presidente onorario Lucio Cecchinello, Team Manager della LCR in MotoGP. 



 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*