Turismo, l’Umbria a Venezia, intesa regione con la città della laguna

Turismo, l’Umbria a Venezia, intesa regione con la città della laguna. “Rafforzare in maniera significativa la presenza dell’Umbria nella Città di Venezia, meta di rilevanti flussi turistici nazionali ed internazionali, in particolar modo durante lo svolgimento della Mostra internazionale d’arte cinematografica, è un’occasione imperdibile che intendiamo cogliere fino in fondo.

Dopo secoli, l’Umbria e Venezia rinnovano un profondo legame e lo fanno nel nome della promozione del brand Umbria”: lo ha affermato il vice presidente della Giunta regionale dell’Umbria ed assessore al turismo, Fabio Paparelli, nel corso della presentazione dell’intesa tra Regione Umbria e Città di Venezia che si è tenuta, oggi, nella Saletta Armeria del Palazzo Ducale di Venezia in cui è custodita l’armatura di Erasmo da Narni detto il Gattamelata.

“’L’Umbria a Venezia’, questo il nome degli eventi che daranno il via all’accordo – ha spiegato Paparelli, è una vera e propria azione di promozione del brand Umbria, che si avvale di diversi mezzi e modalità di comunicazione. Una iniziativa, in continuità con le attività realizzate dalla Giunta regionale nell’ambito dei Piani di comunicazione turistica, che è innegabilmente in grado di attrarre un pubblico interessato, attento e curioso, composto da un crescente numero di giovani.

Per l’Umbria si tratta di una straordinaria vetrina mondiale che ci consente di presentare le tante eccellenze del nostro territorio, come i suoi prodotti o i suoi luoghi che per la loro bellezza fanno della regione un set cinematografico invidiabile ed un posto ideale dove trascorrere una vacanza”.

Nel fare riferimento alla Sala di Palazzo Ducale, Paparelli ha poi evidenziato che “per presentare la collaborazione tra la Regione Umbria e la città di Venezia non poteva esserci luogo migliore, perché qui è custodita l’armatura di una delle figure che legano storicamente la mia regione con questa città: Erasmo da Narni, conosciuto come il Gattamelata.

L’audace condottiero narnese, dopo anni di servitore in armi della Serenissima Repubblica di Venezia, proprio qui venne onorato con l’iscrizione al Libro d’oro del patriziato. Ma il legame storico tra l’Umbria e la Repubblica di Venezia – ha proseguito – si manifesta in più occasioni tra cui, ad esempio, Palazzo Donini a Perugia, sede della presidenza della Giunta regionale dell’Umbria, che in passato è stata proprietà di una ricca famiglia veneziana”.

Tra gli eventi in programma per la promozione del brand Umbria, Paparelli ha ricordato la mostra “Venice Secrets” nella sede espositiva di Palazzo Zaguri, che riproduce le Celle dell’Inquisizione di Narni Sotterranea”.

Alla presentazione dell’intesa hanno preso parte l’assessore al turismo del Comune di Venezia Paola Mar, l’amministratore unico di Vela, la società di mobilità e di marketing della città di Venezia, Piero Rosa Salva e l’assessore al Turismo del Comune di Narni Lorenzo Lucarelli.

Anche gli Sbandieratori della Città di Narni tra gli eventi di promozione turistica dell’Umbria che, grazie all’intesa siglata oggi a Venezia tra l’assessorato al turismo della Regione Umbria e la Città di Venezia, si stanno tenendo nel corso della Mostra del cinema di Venezia. Lo storico Gruppo di Sbandieratori si è infatti esibito in un affollatissimo Campo San Maurizio.

Nel sottolineare “l’importanza dell’accordo sottoscritto oggi per la promozione del ‘brand’ Umbria, l’assessore al turismo del Comune di Narni, Lorenzo Lucarelli, ha evidenziato che “a suggellare il ritrovato legame tra l’Umbria, Narni e Venezia c’è la straordinaria figura del Gattamelata, il capitano di ventura che, originario di Narni, fu per molti anni servitore in armi della Serenissima.

Venne onorato con l’iscrizione al libro d’oro del patriziato e la sua armatura è attualmente conservata proprio a Venezia, nell’Armeria di Palazzo Ducale.

Tra gli eventi di promozione turistica dell’Umbria legati alla città di Narni – ha concluso l’assessore –, anche la mostra ‘Venice Secrets’ a Palazzo Zaguri, dove sono riprodotte le Celle dell’Inquisizione di Narni Sotterranea”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*