Frasi razziste da medico umbro, Cgil, ancora più intollerabili

Frasi razziste da medico umbro, Cgil, ancora più intollerabili
Filippo Ciavaglia

Frasi razziste da medico umbro, Cgil, ancora più intollerabili. “Le gravissime e violente frasi razziste postate su facebook da una dottoressa della Ausl Umbria 2 risultano ancora più insopportabili perché pronunciate da chi dovrebbe prendersi carico della salute delle persone, tutte, indistintamente”. Così in una nota Filippo Ciavaglia, segretario generale della Cgil di Perugia, Angelo Scatena, segretario generale della Fp Cgil di Perugia, e Mauro Patiti, segretario regionale della Fp Cgil Medici.

“Come rappresentanti delle lavoratrici e dei lavoratori di questa provincia, compresi i colleghi e le colleghe della Ausl Umbria 2 – continuano i tre sindacalisti – vogliamo esprimere una ferma condanna e rimarcare la distanza abissale che esiste tra quelle parole d’odio e il sentire comune del mondo del lavoro nel nostro territorio”.

LEGGI ANCHE: I migranti “andrebbero annegati al largo”, commento su Facebok, a scriverlo una dottoressa umbra

“Una terra, quella umbra – concludono Ciavaglia, Scatena e Patiti – che è da sempre aperta all’accoglienza come ha ricordato in questi giorni anche il cardinale Gualtiero Bassetti il cui appello all’integrazione e all’impegno, anche per la specifica incredibile vicenda della nave Diciotti, ci sentiamo di sposare in pieno”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*