Calre, primo Comitato permanente. Porzi: “Programma ambizioso per il 2019”

PERUGIA – “Giovani, educazione, cooperazione e sussidiarietà attiva” sono le parole d’ordine del programma 2019 di Calre, la Conferenza delle Assemblee legislative regionali, riunite ieri a Bruxelles per il primo Comitato permanente del 2019, quello della presidenza italiana, in capo alla presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, Donatella Porzi. Presente anche il presidente del Comitato delle Regioni d’Europa, Karl – Heinz Lambertz, con cui è stata ribadita l’intenzione di costruire una collaborazione più stringente.

“E’ stato adottato un programma ambizioso – spiega la presidente Porzi – che mira ad accorciare le distanze tra cittadini e istituzioni europee. Una distanza a volte difficile da colmare e che deve far fronte ad un atteggiamento ambivalente, tra il sogno europeo che porta particolari opportunità e il rifiuto di un qualcosa che appare lontano”.

“Il programma di quest’anno – prosegue Porzi – prevede il rafforzamento della voce di Calre, attiva e determinata, che trae la sua forza dal ruolo che le regioni con le assemblee legislative hanno nella strutturazione e nell’attuazione delle politiche europee, in particolare della politica di coesione. La Calre deve diventare un interlocutore privilegiato, soprattutto in questa fase in cui si va predisponendo il Quadro finanziario 2021 – 2027. La Calre seguirà con attenzione anche la formazione, attraverso un rapporto costante con le scuole e le associazioni dei territori, al quale poter concedere anche il patrocinio di Calre a particolari iniziative, rappresentative della vocazione europeista dell’associazione. Non dimenticheremo ovviamente il 30esimo anniversario della Convenzione Onu dei diritti dell’Infanzia, attraverso un rapporto con Unicef da poter ampliare a livello locale”.

Commenta per primo

Rispondi