Shock energetico, continua ad aumentare il prezzo dell’energia e del gas

Shock energetico, continua ad aumentare il prezzo dell’energia e del gas

Continua ancora a crescere il prezzo del mercato di energia che ha raggiunto percentuali di incremento del 400% su base annua e 1000% rispetto al primo lock-down della primavera del 2020. Anche il gas non fa eccezione e gli incrementi raggiungono la percentuale del 500%. “I provvedimenti che il governo Draghi sta adottando per ridurre l’impatto del caro energia e contrastare il fenomeno della povertà energetica, vanno nella giusta direzione ma non possono essere risolutivi per le imprese come per le famiglie” dichiara il Segretario Regionale di Confcooperative Umbria Lorenzo Mariani e Amministratore di Power Energia, la Cooperativa di utenza energetica nazionale di Confcooperative.


da Ufficio Stampa
Francesco Bircolotti


“La situazione dei mercati non lascia intravedere particolari segnali di flessione nel primo trimestre del 2022 – prosegue Mariani – e questo genererà sicuramente tensioni nelle imprese regionali e nazionali che dovranno far conto sull’aumento dei costi energetici”.

“Il rischio, anzi la certezza è che il costo di questo risiko ricada doppiamente sulle spalle dei consumatori finali: sulla bolletta di casa e sui rincari dei prezzi dei prodotti al consumo, atteso il fatto che le imprese della produzione primaria così come quelle della Grande Distribuzione stanno già rivedendo i loro listini al rialzo per effetto dell’aumento dei costi energetici”.

Cosa fare? “Calma e gesso” prosegue Mariani. “Il rischio che oltre al danno si generi la beffa è piuttosto elevato: l’aumento del costo della materia prima ricade anche sugli stessi fornitori che acquistano energia sul mercato ed alcuni player nazionali sono recentemente falliti lasciando le imprese in balia della tempesta. In questo momento non esistono sul mercato operatori che presentano scorte tali da consentirgli di proporre ai clienti tariffe sotto costo,  pertanto dietro ad offerte a prezzi inferiori al mercato c’è certezza che si nascondano sicure fregature”. “Girano offerte a prezzo fisso che nella realtà sono offerte variabili camuffate, dal momento che includono voci poco chiare o avallano modifiche unilaterali in corso d’anno delle condizioni sottoscritte”. “La serietà e la competenza fanno la differenza” conclude Mariani. “Confcooperative 15 anni fa ha promosso la nascita del progetto Power Energia, una realtà che oggi è divenuta la più grande cooperativa di utenti nazionale nel settore dell’approvvigionamento energetico consentendo di abbattere i costi alle imprese socie fino al 30% accompagnandole ai rinnovi nel momento dell’anno più conveniente. Affidarsi a consulenti e fornitori seri è una garanzia in questo momento difficilissimo quanto imprevedibile”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*