Giornalisti in piazza, a Perugia ma non a Terni

Giornalisti in piazza, a Perugia ma non a Terni
Giornalisti a Perugia
da Sebastiano Pasero (giornalista)
Giornalisti in piazza, a Perugia ma non a Terni Nella giornata di lunedì scorso in centinaia di piazze italiane, compresa Piazza Italia, a Perugia, i nostri colleghi hanno fatto sentire la loro presenza e la loro voce ritrovandosi nell’invito innanzitutto partito dall’Ordine dei giornalisti e dalla Fnsi.
Una mobilitazione tesa a rivendicare non questioni salariali o contrattuali – pur legittime e sacrosante – ma principi fondamentali per la vita democratica del Paese, come la libertà di stampa.  Un principio non astratto ma che quotidianamente viene declinato, da ognuno di noi nel suo piccolo, con azioni.
La faccio breve, dispiace che nella nostra città lavorativa, a Terni, non si sia avvertita la stessa necessità e che in particolare i due eletti nell’Ordine che hanno visto da questo territorio un apporto determinante non se ne siano fatti promotori.
Ritengo che una iniziativa del genere a Terni – nonostante l’indicazione di concentrarsi nei capoluoghi di regione – avesse potuto avere un significato profondo. Su questo territorio non c’è solo il tema del rapporto con Perugia ma ci sono anche altre questioni, dovute a un livello occupazionale della categoria che ha toccato i minimi storici, nonché a un livello di pressione e di denigrazione – basta farsi un giro nei social –  che tocca temi fondamentali della nostra professionalità, ad iniziare da quello dell’attendibilità.
Una categoria che viene spesso dipinta come più o meno abile a interloquire con i vari poteri – sia quello politico che delle grandi multinazionali presenti sul territorio – ma poco nell’occuparsi delle questioni dirimenti della città.
Un giudizio – chiarisco subito la mia posizione – del tutto ingeneroso in quanto il tema dello sviluppo e del posizionamento di Terni nello scenario regionale e nazionale in questi anni è stato tenuto più che altro vivo – oserei dire quasi esclusivamente – proprio dai mezzi di comunicazione.
Non sarebbe stato male rivendicare ieri anche questo lavoro svolto in questi anni.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*