Tamponi a 10 euro per dare una mano in più, ma qualcuno strappa i manifesti 📸🔴 FOTO E VIDEO



Tamponi a 10 euro per dare una mano, ma qualcuno strappa i manifesti

Tamponi a un prezzo politico, solo 10 euro, ma qualcuno strappa i manifesti con l’avviso! E’ quanto accaduto alla Fisiocam, poliambulatorio di Ellera di Corciano, diretto da Carmine Camicia, insieme al figlio. “Stamani avevo ha dato incarico ad un’agenzia di pubblicizzare con piccole vele l’ulteriore servizio dato ai cittadini – dice Camicia -, quello che restavano aperti dalle 6 del mattino ed eccezionalmente anche la domenica. L’agenzia ha parcheggiato le due velette nei pressi del poliambulatorio, dove c’è anche una farmacia, ma qualcuno ha strappato i manifesti”.


di Marcello Migliosi e Morena Zingales


Tamponi a 10 euro per dare una mano in più, ma qualcuno strappa i manifestiIl poliambulatorio di Camicia effettua anche tamponi rapidi antigenici, per la ricerca del virus sars-cov2, al costo di 10 euro ciascuno, per andare incontro alle famiglie più bisognose. “Abbiamo sempre cercato di dare un contributo alla comunità e a tutte le persone non vaccinate che hanno necessità per lavoro di sottoporsi a questo test ed ottenere il green pass – spiega Camicia -. Abbiamo triplicato il personale e aumentato il lavoro, siamo aperti anche la domenica per dare un servizio in più ai nostri concittadini. Siamo tra i primi ad applicare un prezzo politico, quindi 10 euro a tampone, rispetto a quello imposto di 15 euro da parte della funzione pubblica. Con questa nostra politica cerchiamo di dare un contributo e una risposta decorosa, offrendo un servizio veloce, senza lunghe file di attesa, in un poliambulatorio di circa 300 metri quadrati”.

Dr. Carmine Camicia
  • I poliambulatori ci sono

“Ci siamo per i tamponi antigenici – dice il titolare -, eravamo pronti anche per fare i vaccini, ma nessuno ci ha chiesto niente, nonostante la nostra volontà espressa per iscritto ad effettuare vaccini a costo zero, ma non hanno ritenuto opportuno la nostra collaborazione. Con i tamponi il Ministero e la Regione hanno dato il via e per cui siamo qui per dare una mano all’intera comunità”.

  • Il numero dei positivi in questo periodo è ridotto e i tamponi sono triplicati con l’entrata in vigore del green pass

“In questo periodo i positivi sono pochissimi, a noi è capitato uno la settimana scorsa, siamo nella media nazionale. Le persone che effettuano il test rapido ogni due giorni sono le persone più sicure, grazie a queste persone la percentuale dei positivi si è abbassata, danno sicurezza e non creano pericolo come qualcuno dice. Sono meno sicuri i vaccinati, perché sono convinti di non essere portatori del virus e, a loro insaputa, magari a volte lo possono trasmettere”.

  • Non si può andare avanti così

“Spero che questa situazione abbia un fine, non si può andare avanti anche per i costi che le famiglie sono tenute a sostenere. Noi ci siamo – conclude Camicia – per quanto riguarda il contenimento dei prezzi, 8 euro è quello di un tampone rapido fatto a un minore di 18 anni, ma questo lo possiamo fare perché facciamo anche altro. Abbiamo un poliambulatorio multidisciplinare, facciamo riabilitazione e siamo laboratorio di analisi. Con questo cerchiamo di dare un contributo a 360 gradi. Non facciamo solo tamponi, ma facciamo ben altro”.



 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*