Soccorso Alpino e Speleologico Umbria salva escursionista ad Assisi

 
Chiama o scrivi in redazione


Soccorso Alpino e Speleologico Umbria salva escursionista ad Assisi

Soccorso Alpino e Speleologico Umbria salva escursionista ad Assisi

Poco dopo le 17:30 di oggi, il Soccorso Alpino e Speleologico Umbria (SASU) è stato allertato dalla Centrale Unica Regionale del 118 (CUR) per un escursionista dispersosi e colto da malore, in un’area impervia in zona di Viole di Assisi (PG). Il SASU ha attivato la procedura di geolocalizzazione, mediante la quale, la Centrale Operativa Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico – in funzione h24 ogni giorno tutto l’anno – ha inviato ai due dispersi un sms con un link che, aperto, ha segnalato la loro posizione (che è stata immediatamente indicata al SASU).
Localizzato l’escursionista, due squadre del SASU provenienti da Foligno e da Perugia, composte da tecnici, operatori e sanitari, si sono recate con immediatezza sul posto, raggiungendo con rapidità l’uomo.



Effettuati gli accertamenti del caso, gli operatori del Soccorso Alpino e Speleologico hanno collocato sulla speciale barella portantina in dotazione al SASU e così trasportato mediante tecniche alpinistiche fino all’ambulanza del 118.
© Protetto da Copyright DMCA

L’intervento – richiesta di aiuto, geolocalizzazione e attività di soccorso – si è concluso in meno di due ore grazie all’SMS Locator che consente tempestivamente di individuare dispersi o persone che necessitano di soccorso in aree impervie.

Dunque, ancora una volta, grazie al “sms locator”, dispositivo di geolocalizzazione che consente di individuare esattamente e immediatamente la posizione dei dispersi, è stato possibile intervenire con tempestività nella ricerca e recupero di chi chiede soccorso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*