Salvataggi e interventi, una fine settimana di fuoco per il Sasu

 
Chiama o scrivi in redazione


Salvataggi e interventi, una fine settimana di fuoco per il Sasu

Salvataggi e interventi, una fine settimana di fuoco per il Sasu

Sono state moltissime le chiamate giunte al Soccorso Alpino e Speleologico Umbria (SASU) durante il fine settimana appena conclusosi. Tra le varie: Sabato alle 16:20 la Centrale Unica Regionale del 118 ha attivato il SASU per una donna infortunatasi nel Pian Grande di Castelluccio di Norcia dove è intervenuto il presidio locale del SASU. Accertate le condizioni della paziente da parte del personale del 118, anch’esso presente, la paziente è stata trasportata con il mezzo del SASU e consegnata all’autoambulanza che l’ha condotta all’ospedale di Spoleto.

  • Oggi, Domenica, si sono susseguiti, in contemporanea, due interventi.

Alle 12:59 la chiamata della CUR per un ciclista caduto dalla bicicletta nei pressi di Ferentillo. Sul posto si è recata immediatamente la squadra del SASU di presidio in Valnerina, composta da tecnici, operatori e sanitari. Prestate le prime cure all’uomo poli traumatizzato da parte dei sanitari del SASU, il paziente è stato consegnato all’autombulanza del 118.

Alle 13:12 nuovamente la CUR ha richiesto l’intervento del SASU per un uomo disperso in un’area boschiva nei pressi di Ponze frazione di Trevi. Per l’attività di ricerca nel luogo particolarmente impervio, si sono attivate tre squadre del SASU composte da tecnici, operatori e sanitari provenienti da Spoleto, Foligno e Perugia e, anche grazie al servizio di geolocalizzazione SMS Locator, l’uomo è stato raggiunto tempestivamente dai soccorritori. Accertate le condizioni dell’uomo fortemente disorientato, questo è stato accompagnato fino al punto rendez-vous con l’autoambulanza del 118.

  • Sul posto anche i Carabinieri.

Continua a crescere l’alto numero di frequentatori delle zone montane dell’Umbria e, con esso, anche gli interventi di soccorso del SASU che, grazie alla capillare presenza sul territorio, riesce a giungere con estrema rapidità sui luoghi e così rendere sempre più efficace l’attività del Soccorso Alpino e Speleologico Umbria.
Si raccomanda sempre di scegliere le attività di outdoor in base alle proprie capacità e con l’abbigliamento/attrezzature idonee.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*