Rapinano ragazzo in centro, carabinieri fermano uno straniero, si cerca un secondo complice

 
Chiama o scrivi in redazione


Omicidio passionale nella notte, Umbertide, lite per una donna, tra stranieri

Rapinano ragazzo in centro, carabinieri fermano uno straniero, si cerca un secondo

Un tunisino 29enne, senza fissa dimora, celibe, disoccupato, con precedenti di polizia, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per il reato di rapina in concorso. Ad eseguire l’operazione i militari della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Perugia, nella mattinata del 25 settembre.

L’uomo – secondo gli inquirenti – è ritenuto responsabile della rapina patita da un giovane perugino 19enne, tra i vicoli del centro storico, alle 2 di notte di sabato 19 settembre.

Il ragazzo, mentre si accingeva a fare rientro nella propria abitazione, era stato afferrato alle spalle e immobilizzato da un individuo non identificato, mentre il complice, il 29enne fermato, dopo avergli intimato di consegnare “tutto quello che aveva indosso”, gli aveva sferrato due schiaffi in viso e, puntandogli contro un coltello, lo aveva costretto a consegnargli il telefono cellulare e la somma contante di 10 euro.

I malviventi, a seguito dell’azione delittuosa, si erano poi dileguati per le vie limitrofe, facendo perdere le proprie tracce. Fortunatamente, nella circostanza, il giovane non aveva riportato lesioni, bensì un grandissimo spavento.

Espletate le formalità di rito, il fermato è stato tradotto presso la casa circondariale di Perugia – Capanne, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*