Rapina sala slot di Ponte San Giovanni, è caccia alla banda di malviventi

Rapina sala slot di Ponte San Giovanni, è caccia alla banda di malviventi

E’ caccia alla banda di malviventi che, l’altra notte, ha assaltato la sala slot di Ponte San Giovanni. Erano in sei e in pochi minuti hanno terrorizzato clienti e caposala per poi portare via 25 mila euro e 500 euro in contanti. Il colpo è avvenuto alle 0.56 della  notte. Con due auto, si presume un suv e una utilitaria, hanno sfondato la vetrata laterale, facendo saltare gli infissi.

Sono entrati dentro a volto coperto da una calzamaglia, armati di una pistola e con bastoni di ferro hanno sfondato le altre porte di accesso e sono piombati nell’ufficio-consolle. Hanno intimato ai clienti di consegnare i telefonini per evitare che potessero dare l’allarme e di stendersi a terra. Il dipendente minacciato con una pistola è stato costretto ad aprire la cassaforte. Sono stati razziati anche i cambiamonete e la cassa del bar. Una volta arraffato il bottino sono scappati a bordo dei suv e si sono dati alla fuga.

LEGGI ANCHE: Commando armato rapina Videolottery, banda di malviventi professionisti carabinieri sulle loro tracce

Le ricerche dei malviventi sono scattate immediatamente e i Carabinieri di Ponte san Giovanni, diretti dal maresciallo comandante Mirko Fringuello, e del Nucleo operativo e radiomobile di Perugia al seguito del tenente Marrese, hanno subito avviato le indagini. Gli investigatori hanno esaminato le registrazioni video delle telecamere a circuito chiuso. Sul posto anche un’ambulanza per verificare le condizioni di salute dei presenti al momento della rapina. Nella descrizione fatta dal cassiere, i banditi avevano un accento verosimilmente albanese. La sala slot di Ponte San Giovanni era stata già svaligiata il 14 agosto scorso.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
20 ⁄ 5 =