Ragazza morta a 18 anni appena compiuti, c’è l’ombra della droga

 
Chiama o scrivi in redazione


Ragazza morta a 18 anni appena compiuti, c'è l'ombra della droga

Ragazza morta a 18 anni appena compiuti, c’è l’ombra della droga

Maria Chiara Previtali, una ragazza di appena 18 anni, è stata trovata morta nel letto dell’abitazione del suo fidanzato. La tragedia è successa ieri mattina, nel girono del suo compleanno. È stato proprio il ragazzo della vittima, 21enne di Amelia, ad allertare il 118 ma i soccorsi purtroppo  si sono rivelati inutili.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Amelia e Terni che hanno trascorso l’intera giornata ad indagare sotto la direzione della procura, nella persona del pm Camilla Coraggio.

C’è l’ombra dell’eroina su questa tragedia. Il fidanzato è stato ascoltato per ore dagli inquirenti e – secondo quanto ricostruito – la sera prima, per festeggiare il 18esimo della ragazza, avevano trascorso diverso tempo davanti ad un locale di Amelia nell’attesa che si liberasse un posto per loro ma non riuscendo nell’impresa il gruppo ad una certa ora si sarebbe sciolto. Maria Chiara ha trascorso così la sua ultima notte col fidanzato. Il ragazzo è stato interrogato in caserma e nei confronti del quale non è stato preso nessun provvedimento. In caserma a Terni sono stati sentiti anche gli amici con cui la ragazza ha passato la sera precedente. Al momento non ci sono indagati. Sono stati sequestrati i cellulari, da qui gli inquirenti contano di risalire alla provenienza della droga tramite i contatti della coppia. Lo stupefacente, da una prima ipotesi, pare provenisse dalla capitale.

La ragazza frequentava il quinto anno del Liceo Donatelli a Terni, la stessa scuola frequentata da Flavio, morto insieme all’amico Gianluca nel luglio scorso per droga. A chiarire definitivamente cosa abbia provocato il malore fatale della giovane, sarà l’esame tossicologico.

Le indagini  sono condotte dai carabinieri del comando provinciale di Terni – quello del reparto operativo Marco De Martino, della Compagnia di Amelia Raffaele Maurizi e del comando stazione amerino, Roberto Saba. Sul posto anche il pm Camilla Coraggio, la sindaca di Amelia, Laura Pernazza e il responsabile della comunità Incontro di Amelia Giampaolo Nicolasi.

“Sono profondamente addolorata per la tragedia – scrive sui social il sindaco di Amelia – che ha sconvolto la nostra comunità. Non si può morire a 18 anni !!! Da mamma prima ancora che da Sindaco mi stringo intorno allo sconvolgente dolore della famiglia”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*