Polfer denuncia per molestie sessuali nigeriano avances su studentessa

Polizia ferroviaria ha anche sottoposto a controllo 185 persone, 56 dei quali extracomunitari che sono transitati alla stazione di Terni

Polfer denuncia per molestie sessuali nigeriano avances su studentessa

Polfer denuncia per molestie sessuali nigeriano avances su studentessa

TERNI  Bilancio positivo dell’attività svolta dalla Polizia Ferroviaria di Terni nella prima metà dimarzo, nello svolgimento dei Controlli Straordinari del Territorio disposti e coordinati dal Questore di Terni Dottor Messineo.

Gli uomini della Polfer, all’interno della Stazione e nelle zone limitrofe hanno,infatti, sottoposto a controllo 185 persone, di cui 56 extracomunitari, rintracciando una stranieraricercata per la notifica di provvedimenti del tribunale di Siracusa ed un cittadino tunisino,clandestino e pluripregiudicato, che al termine degli accertamenti è stato espulso dal territorionazionale con decreto del Prefetto e Ordine del Questore.

Nell’ambito dei medesimi servizi, sono stati inoltre segnalati alla Prefettura quali assuntori disostanza  stupefacente due cittadini italiani ed un romeno. Nelle maglie dei controlli è infine incappato anche un giovane rifugiato nigeriano, colto a riservare “avances” troppo pressanti ad unastudentessa ternana di passaggio in stazione e per questo è stato denunciato per molestie.

A questa attività va sommata quella svolta nella stazione di Narni dove, qualche giorno fa, sono state denunciate due romene per violazione del divieto di ritorno in quel comune ed altre sue sono stare  proposteper il foglio di via obbligatorio del Questore.

Nel periodo di riferimento sono state intensificate anche le scorte a bordo treno,soprattutto nelle ore serali, per tutelare la sicurezza dei viaggiatori.

Nel computo delle attività menzionate non va tralasciato il progetto di educazione alla legalità della specialità “Train…to be cool” che viene presentato nelle scuole di Terni e provinciache solo per il  mese in corso ha visto protagonisti circa 300 ragazzi frequentanti istituti di istruzione di diverso ordine e grado.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*