Pesta buttafuori e scappa, il questore gli affibbia il Daspo Willy

In particolare, la misura di prevenzione personale è scaturita dall'attività di accertamento

Pesta buttafuori e scappa, il questore gli affibbia il Daspo Willy

Pesta buttafuori e scappa, il questore gli affibbia il Daspo Willy

Pesta buttafuori e scappa – La Polizia di Stato di Perugia ha emesso un Daspo Willy nei confronti di un cittadino tunisino, classe 1986, che, lo scorso febbraio, dopo essere stato allontanato da una discoteca della periferia del capoluogo, era tornato nel locale di pubblico spettacolo e aggredito violentemente un addetto alla sicurezza per poi darsi alla fuga a bordo di un’auto.

In particolare, la misura di prevenzione personale è scaturita dall’attività di accertamento svolta dalla Divisione Anticrimine della Questura che, in considerazione delle modalità con cui si era svolto il fatto e dell’allarme sociale creato tra i clienti del locale, ha ritenuto la condotta tenuta dall’uomo tale da determinare una situazione di grave pericolo e turbativa dell’ordine e la sicurezza pubblica.

Per questi motivi, al fine di tutelare tutte le persone che sono solite frequentare quei luoghi ed evitare che possano diventare teatro di nuovi scontri, il Questore della Provincia di Perugia, Giuseppe Bellassai, ha adottato il già menzionato provvedimento.

Al destinatario della misura, per la durata di un anno, sarà vietato l’accesso al locale di pubblico spettacolo, nonché lo stazionamento nelle immediate vicinanze dello stesso.

Queste misure di prevenzione, particolarmente importanti e incisive, rientrano nella categoria più ampia dei divieti di accesso ad aree urbane (DACUR). La violazione del provvedimento è punita con la reclusione da sei mesi a due anni e la multa da 8mila a 20mila euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*