Paura contagio Coronavirus, rivolta detenuti in tre carceri

 
Chiama o scrivi in redazione


Paura contagio Coronavirus, rivolta detenuti in tre carceri

Rientrata sabato sera la rivolta nel carcere di Salerno, ma domenica scoppiano tensioni in altri tre carceri italiani. Nel carcere di Frosinone, un centinaio di detenuti, impauriti dal rischio di contagi dal Coronavirus e chiedendo provvedimenti ad hoc, sono usciti dalle sezioni raggiungendo l’area passeggi e salendo sulle mura.

In particolare nel carcere di Poggioreale a Napoli – secondo quanto riferito da fonti sindacali-  alcuni detenuti sarebbero saliti sui muri del ‘passeggio’, in una zona interna al penitenziario. La protesta è divampata per l’annunciata sospensione dei colloqui per contrastare il contagio da coronavirus. Intanto, dinanzi all’istituto vi sono decine di agenti di polizia e carabinieri e vigili del fuoco. Sul posto sono presenti anche alcuni familiari dei detenuti che anche loro protestano contro l’annunciata misura.

Una rivolta, definita “molto violenta”, è scoppiata nel primo pomeriggio in carcere a Modena. Dalle prime informazioni molti sarebbero i detenuti coinvolti e i danni alla struttura. Alla base della rivolta la protesta dei detenuti per questioni relative alla protezione per il Coronavirus. Nelle fasi più concitate due agenti sono rimasti lievemente feriti. Davanti al carcere ci sono le forze di polizia schierate. Alcuni detenuti sono barricati dietro la portineria. Sul posto anche il prefetto di Modena Pierluigi Faloni. Non risultano evasioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*