Palloncini e rose bianche per Maria Elia, celebrato il funerale della 17enne 📸 FOTO E VIDEO 🔴

Palloncini e rose bianche per Maria Elia, celebrato il funerale della 17enne

Nemmeno la chiesa di Ponte San Giovanni è riuscita a contenere le tante persone arrivate per dare l’ultimo saluto a Maria Elia, la 17enne morta domenica scorsa all’ospedale di Perugia. Palloncini rosa, bianchi e lilla fatti volare in cielo. E poi tante rose bianche e rosse sulla bara. Sullo sfondo una foto di Maria. Sono stati celebrati sabato pomeriggio i funerali della giovane ragazza di Balanzano. La cerimonia era stata spostata in un’altra chiesa per poter accogliere le tante persone che sarebbero arrivate.

L’assessore Luca Merli, a nome del sindaco Andrea Romizi e di tutta l’amministrazione comunale di Perugia, ha preso parte ai funerali di Maria Elia, morta domenica scorsa a 17 anni. Le esequie della giovane, che era allieva dell’Istituto “Cavour-Marconi-Pascal” di Piscille, si sono svolte a Ponte San Giovanni. L’assessore ha espresso vicinanza e affetto ai genitori e agli altri familiari colpiti da un dramma che sta generando una viva commozione nella comunità locale.


Immagini video di Francesco Gori

E’ sempre un dolore immenso la morte di una persona. Ma quando si tratta di una figlia, nel fior della gioventù, lo è ancora di più. Non si dà pace la famiglia di Maria Elia. E’ morta all’improvviso dietro quella porta dell’ospedale. Ed è per questo che i genitori si sono rivolti alla magistratura. Un fascicolo per omicidio colposo contro ignoti è stato aperto dopo la denuncia della famiglia ai carabinieri di Marsciano.

Era affetta da influenza suina! Potrebbe essere questa la causa della morte. La notizia filtrata da ambienti ospedalieri è stata confermata dai legali della famiglia. Sarebbe stato isolato il ceppo H1N1, che nel 2009 causò una pandemia la cui fine è stata decretata l’anno successivo. Oltre all’influenza e alla polmonite bilaterale, causa della morte per insufficienza respiratoria, è stata riscontrata la presenza dello stafilococco. Ma saranno gli esami istologici a fornire un quadro più completo su quello che è accaduto alla giovane.

Maria Elia era stata portata al pronto soccorso una settimana fa perché non guariva da quella che sembrava una banale influenza, qualche linea di febbre e un po’ di mal di gola. La 17enne aveva iniziato ad accusare un po’ di difficoltà a respirare. Il primo pensiero era stato al Covid, anche se era vaccinata, ma prima un tampone in farmacia e poi in ospedale l’hanno escluso.

L’unica certezza è che le sue condizioni sono apparse subito gravi, tanto da spingere i medici a intubarla e a ricoverarla in terapia intensiva. Maria è morta dopo 36 ore di inutili cure in ospedale. «Non è un atto d’accusa verso qualcuno, è solo desiderio di sapere la verità» ribadisce l’avvocato Antonio Cozza che assiste la famiglia, insieme al collega Nicodemo Gentile. La Procura della Repubblica di Perugia indaga per omicidio colposo contro ignoti. L’inchiesta è stata affidata al pm Paolo Abbritti, l’ipotesi di reato è omicidio colposo contro ignoti.

Maria Elia, che viveva a Balanzano con la sua famiglia di origini calabresi, aveva 17 anni, nessuna patologia pregressa, stava bene. Frequentava l’istituto Ipsia “Cavour-Marconi-Pascal” di Piscille. I compagni di classe dell’Ipsia di Piscille hanno postato sul sito della scuola una rosa bianca, dedicandola a lei, con una frase in calce: “Pensando a te ci vengono in mente il vino rosso e il sushi. I tuoi colori preferiti, il lilla e il rosa Barbie. La tua passione per il Milan e Ibrahimovich, la musica di Marracash. Ti piaceva sfilare e usare la ‘truccoterapia’, soprattutto a scuola, e sognare Babbo Natale. Amavi la solitudine, ma avevi veri amici. Questa eri tu, ci mancherai. Laclasse 3a2”.




Batterio killer ha ucciso la 17enne Maria Elia, oggi i funerali a Ponte San Giovanni

1 Commento

  1. Una brutta storia. Per quello che può contare mando un caloroso abbraccio ai familiari in questo momento per loro cosi straziante.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*