Omicidio a Fontivegge, l’indagato avrebbe sputato sulla vittima caduta a terra

 
Chiama o scrivi in redazione


Pusher ucciso a Fontivegge, atteso il rinvio a giudizio

Omicidio a Fontivegge, l’indagato avrebbe sputato sulla vittima caduta a terra Zouaoui Saber, 27enne con la faccia da bambino, indagato per aver ucciso a coltellate il connazionale Mohamed Wertani, nel quartiere di Fontivegge a Perugia durante la notte tra sabato e domenica, si trova in carcere dopo il fermo.

© Protetto da Copyright DMCA

L’indagato, dopo aver sferrato un fendente al torace avrebbe – come riporta PerugiaToday – “ripetutamente sputato sulla vittima caduta a terra, accompagnando il gesto con le parole muori pezzi di m….a”. A dirlo è un amico della vittima, testimone oculare, che in questura ha ricostruito nel dettaglio le fasi della drammatica notte finita nel sangue.

Il coltello con cui è stata attinta la vittima – secondo il gip –  non sarebbe stato suo, bensì dell’avversario. L’arma del delitto è stata ritrovata all’interno di una cabina telefonica in via della Pescara a Perugia.

LEGGI ANCHE: Accoltellamento Fontivegge, convalidato l’arresto di Saber Zouaoui, arma trovata in via della Pescara

La sua difesa, l’avvocato Vincenzo Bochicchio – scrive ancora PerugiaToday – ha chiesto che venga derubricata l’accusa da omicidio volontario a preteritenzionale, ma per il giudice “non emergono elementi idonei a contrastare la sussistenza del dolo d’impeto e consentire una derubricazione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*