Neonato morto trovato a Terni nel parcheggio di un supermercato [Foto]

Neonato morto trovato a Terni nel parcheggio di un supermercato

Neonato morto trovato a Terni nel parcheggio di un supermercato. Un neonato morto è stato trovato a Terni. Il ritrovamento è avvenuto questa sera, intorno alle ore 20, nel parcheggio dell’Eurospin, in via Ponte le Cave. Il corpicino, secondo le prime informazioni, è stato rinvenuto all’interno di una busta robusta, con i manici in tela, vicino a una siepe. Il neonato sarebbe di sesso maschile, probabilmente di razza caucasica. A trovarlo sarebbe stata una donna che aveva raggiunto l’Eurospin per fare la spesa. Nell’area sono presenti delle telecamere di sicurezza e al vaglio dell’inquirenti ci finiranno le immagini registrate.

Sul posto è intervenuta la polizia con la squadra volante, la squadra mobile e la polizia scientifica, il vicario del questore Raffaele Clemente, il dirigente della volante Francesco Petitti è il dirigente della digos Marco Colurci. Dell’accaduto è stato informato il pubblico ministero Barbara Mazzullo che coordina le indagini. L’indagine verterà anche sull’individuazione del Dna del piccolo e quindi dei familiari. La salma del bimbo verrà trasferita all’obitorio ospedale Santa Maria per il successivo esame autoptico.

In un primo momento si è diffusa la voce di un feto. Invece, in un secondo momento, fonti vicine alle indagini, ipotizzano che si tratti di un bimbo partorito, quindi di un neonato. La corsa disperata del personale medico 118 è stata vana: tutti i tentativi di rianimazione sono stati inutili.

La prima ipotesi che viene fatta dagli investigatori è che qualcuno sia venuto da fuori a lasciare il sacchetto con il corpo del bimbo nascosto all’interno. La polizia pensa che sia stato qualcuno che se ne sia voluto sbarazzare in fretta, in un posto lontano da dove abitualmente risiede. Secondo i primi accertamenti del medico legale il bimbo sarebbe stato lasciato lì circa quattro ore prima del ritrovamento. Sono state sentite le commesse e tutti i clienti che erano nel supermercato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*