Marcia pace statica, Biscotti, se la faranno, li denuncio alla Procura della Repubblica

 
Chiama o scrivi in redazione


Marcia pace statica, Biscotti, se la faranno, li denuncio alla Procura della Repubblica

Marcia pace statica, Biscotti, se la faranno, li denuncio alla Procura della Repubblica

L’idea volta a trasformare l’evento marcia – dinamico- in evento catena-statico- rappresenta una condotta palesemente elusiva di un divieto imposto dalle norme in tema di emergenza pandemica.  La condotta volta ad aggirare un divieto di legge mettendo in pericolo altre persone potrebbe rappresentare una condotta penalmente e civilmente rilevante.
Ecco perché ancora una volta si richiama al senso di responsabilità dei promotori,raccolto saggiamente da Don Ciotti.

I rischi sono enormi considerando che il livello di contagi di oggi 151, è alto quanto il picco massimo di 92 del 26 marzo scorso,in pieno lockdown sarebbe bene che i promotori raccogliessero gli inviti che da piu parti provengono di farsi responsabili e rinviare la catena,ma non i convegni ovviamente.

  • Il diritto alla salute è di alto valore costituzionale quanto quello di manifestare il proprio pensiero.

È davvero grave il comportamento dei promotori nell’ imbarazzare le istituzioni tutte insistendo. nel procedere alla “catena” contro tutti i pareri contrari espressi.
Si recuperi il buon senso .

In caso contrario lunedì mi troverò costretto a segnalare il tutto all Autorita Giudiziaria competente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*