Lo chef di Ferentillo contagiato dal Covid: “Amici, state attenti, questa è brutta bestia”

 
Chiama o scrivi in redazione


Lo chef di Ferentillo contagiato dal Covid: “Amici, state attenti, questa è brutta bestia”

Il ristoratore di Ferentillo, Umberto Trotti 43 anni, sopravvissuto al naufragio della Concordia nel 2012, è stato contagiato dal Covid e si trova all’ospedale di Terni. Da dieci giorni è ricoverato in ospedale, ma non si dà per vinto e continua a lottare, ammirando e ringraziando il personale medico che si occupa di lui e molti altri. Umberto, che gestisce da anni l’Osteria del Trap a Ferentillo, mostra tanta voglia di vivere, raccontando tutti i giorni con post su Facebook quello che accade in ospedale.

Al 43enne era stata diagnosticata una polmonite bilaterale. Positivi, ma non ricoverati in ospedale, anche suo padre, sua moglie e i due figli. “Questo virus – afferma – è pericoloso e non conosce età. Occorre stare molto attenti”.

Affaticato, provato dalla malattia e desideroso di riabbracciare la famiglia. “Grazie amici che siete sempre accanto a me, come si potrà organizzeremo una manifestazione gastronomica di beneficenza che dovremmo riunire tutta l’Umbria con l’aiuto di tutti colleghi ristoratori che mi hanno accompagnato e tutt’ora mi aiutano a guarire da questa brutta bestia”. Umberto ora sta meglio da qualche giorno gli hanno tolto l’ossigeno e presto tornerà a casa dalla sua famiglia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*