LA FIACCOLATA IN MEMORIA DI ALESSANDRO

(UJ.com3.0) PONTE SAN GIOVANNI – “La sofferenza è un lampo…La bellezza della vita dura per sempre” . Ciao Guerriero. Questo era scritto nel cartellone che apriva la fiaccolata in memotia di Alessandro Polizzi.  La scritta al centro di colore rosso, circondata da due grandi foto del giovane, terminava con un cuore. Circa trecento persone, in base a una prima stima. In testa al corteo, un’auto che diffonde la musica di Jovanotti.

La fiaccolata è partita a Ponte San Giovanni intorno alle 18 dal bar Zanzibar vicino al distributore Total. All’arrivo in piazza Bellini sono stati stesi gli striscioni. Il corteo si è quindi fermato per una commemorazione silenziosa rotta sola da alcuni slogan per il “guerriero”, soprannome di Alessandro. Grande la commozione e poca la voglia di parlare con la stampa.

 

 [wzslider autoplay=”true” lightbox=”true”]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*