Incidente caccia Spoleto, l’intera comunità spoletina è sconvolta per la morte di Daniele Tardocchi

Incidente caccia Spoleto, l’intera comunità spoletina è sconvolta per la morte di Daniele Tardocchi

Avrebbe perso l’equilibrio e il colpo fatale sarebbe partito dal suo fucile. Daniele Tardocchi, 45 anni, ispettore di polizia in servizio nella sezione anticrimine del commissariato di Spoleto, è così morto, ieri mattina, durante una battuta di caccia. La tragedia si è consumata a Spoleto, in un’area impervia della frazione di Balduini tra i boschi della zona che divide il territorio spoletino da quello ternano della Valserra. Tardocchi era impegnato in una battuta di caccia alla beccaccia con un amico e un collega di lavoro. È il secondo incidente in Umbria in pochi giorni dopo quello di Assisi.

Il colpo di fucile lo ha raggiunto alla testa, senza purtroppo lasciargli scampo. Tardocchi stava percorrendo il sentiero e aveva il fucile a tracolla. Gli amici hanno subito dato l’allarme e i soccorritori hanno raggiunto la zona anche a bordo di un elicottero, ma purtroppo per il giovane ispettore di polizia ogni tentativo di rianimazione si è rivelato vano.

Sul posto, insieme a 118, vigili del fuoco e Soccorso alpino e speleologico, sono giunti anche i colleghi del commissariato e della Squadra mobile di Perugia.

L’arma, come avviene in questi casi, è stata sequestrata e verrà sottoposta a specifici accertamenti tecnici. A effettuare i rilevi sono stati i carabinieri della compagnia di Spoleto e per recuperare la salma è stato indispensabile l’intervento dell’elicottero. Sull’accaduto, ovviamente, la Procura della Repubblica di Spoleto ha aperto un fascicolo.

“Lunedì mattina – comunica il procuratore Alessandro Cannevale in una nota stampa – sarà affidato a un medico legale l’incarico di consulente della Procura per procedere all’autopsia sulla salma e redigere relazione sull’attività svolta. L’esame autoptico è previsto per la giornata di martedì 24. Come s’impone in ogni caso di morte per ferite d’arma da fuoco, sono in corso e proseguiranno nei prossimi giorni le indagini e gli accertamenti tecnici utili a ricostruire la dinamica dell’evento”.

La notizia della morte di Daniele Tardocchi ha sconvolto l’intera comunità spoletina, dove il 45enne – insieme alla sua famiglia – era molto conosciuto e benvoluto. Tardocchi lascia la moglie e una creatura di tre anni.

Incidente caccia Spoleto, morto Daniele Tardocchi poliziotto 45enne

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*