Incendi Fontivegge, denunciata una donna, il racconto di chi l’ha bloccata

Incendi Fontivegge, denunciata una donna, il racconto del testimone
Una delle auto incendiate

Incendi Fontivegge, denunciata una donna, il racconto di chi l’ha bloccata

13/03/2019 23:56:54 «L’ho presa con la forza e l’ho messa a terra, perché non stava ferma». Un perugino, residente a Fontivegge, coraggiosamente, ieri sera, è riuscito a bloccare una donna. Potrebbe essere lei la piromane, che, da settimane appicca fuoco a cassonetti e auto, nel popoloso quartiere perugino. Ed è stato il residente, raggiunto telefonicamente da Umbria Journal, a raccontare tutto l’accaduto, in quanto testimone dei fatti.

«Ero con il cane a fare la solita passeggiata e ho visto una ragazza che proveniva dalla zona della banca tedesca, di via Mario Angeloni, vicino alla pasticceria. Aveva un rotolo di carta in mano, uno di quelli grandi». Comincia così il suo racconto il giovane perugino del quale, per privacy, non comunichiamo il nome.

«Sul momento non ho pensato che potesse fare qualcosa di male. Sono ritornato a casa e poco dopo la mezzanotte ho sentito dei rumori, mi sono affacciato e ho visto la stessa ragazza di prima che stava dando fuoco al cassonetto dell’immondizia». L’uomo ha visto le prime fiamme. E’ sceso giù senza farsi vedere e l’ha inseguita, anche perché lì vicino c’è il contatore del gas e, con il fuoco, le cose avrebbero potuto prendere una piega diversa e più pericolosa.

Il perugino continua il suo racconto: «L’ho raggiunta nei pressi dell’Afromarket, l’ho messa contro una grata, si è agitata un po’, e a quel punto per fermarla sono stato costretto a metterla per terra».

Un altro testimone è arrivato, nel frattempo. Stava inseguendo la donna perché aveva visto che dava fuoco al contenitore della carta. «Dopo averla bloccata – continua il giovane – ho chiamato i carabinieri che sono arrivati sul posto. L’hanno condotta in caserma e identificata. Anche io e l’altro testimone siamo andati dai carabinieri a sporgere denuncia».

La donna, oltre a incendiare i due cassonetti dei rifiuti nella serata di ieri, avrebbe appiccato il fuoco anche a un’auto nei pressi della pasticceria. In caserma sono arrivati anche i proprietari di questa vettura. «Si pensa che sia opera sua – ha detto il residente – perché, su una ruota posteriore, hanno trovato dei pezzi di carta incastrati che corrispondono alla stesso rotolo che ha usato per dare fuoco agli altri contenitori dei rifiuti».

Dopo una notte trascorsa in caserma la donna sarebbe stata denunciata a piede libero. «Non si è risolto niente», ha concluso il testimone. Gli investigatori starebbero cercando il compagno della donna, per capire se possa avere o meno un ruolo nei reati che sono contestati alla compagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*