I No green pass non mollano, proteste ma nessuno stop 🔴📸 VIDEO E FOTO

Tesei, situazione tranquilla. E rinnova l'' invito a vaccinarsi



I No green pass non mollano, proteste ma nessuno stop

In Umbria la giornata di avvio dell” obbligo del Green pass sui luoghi di lavoro è stata caratterizzata da una manifestazione di protesta, a Terni, ma non sono stati segnalati problemi particolari ed anche nelle maggiori aziende della regione i controlli si sono svolti regolarmente e gli impianti “hanno marciato”. Regolari anche i trasporti pubblici: secondo quanto appreso dall” ANSA, non sono stati segnalati disservizi. A Terni alcune centinaia di persone si sono radunate in piazza della Repubblica.


fonte Agenzia nazionale di stampa associata


Ad organizzare la manifestazone di protesta, il Fronte del dissenso insieme alla Fisi (Federazione italiana sindacati intercategoriali). Secondo i manifestanti, il Green pass è “un atto illegale perché viola la Costituzione e rappresenta un sopruso intollerabile per tutti i lavoratori”. Controlli del Green pass regolarmente al via all” Ast. I lavoratori in entrata al turno delle 6 sono stati i primi a dover esibire il documento ai tornelli, dove l” azienda ha installato un dispositivo per la lettura dei Qr code. Tutto si è svolto senza problematiche. In base a quanto si apprende sia da fonti aziendali che sindacali, l” attività della fabbrica non ha al momento subito ripercussioni.

Tutti i principali impianti marciano infatti normalmente. Giornata di “normalità, con solo un presidio in più” alla Brunello Cucinelli di Solomeo. Lo ha assicurato l” amministratore delegato Riccardo Stefanelli  all” ingresso dell” azienda. Davanti all” entrata un rapido controllo dei Green pass e poi tutti al lavoro. Anche Carolina Cucinelli, figlia del fondatore Brunello e co-presidente, co-creative director e board member del gruppo della moda, si è presentata come tutti gli altri dipendenti all” ingresso, sottoponendosi al controllo del Green pass.

“La sicurezza dei dipendenti e di tutti noi è la prima cosa” ha detto. Stessa procedura, a palazzo Donini, sede della Giunta regionale dell” Umbria, per la presidente della Regione, Donatella Tesei. “Siamo abituati a mostrare il Green pass in altri luoghi dove c” è ormai già una consuetudine, da oggi diventa un obbligo anche per noi e quindi ci adeguiamo” ha sottolineato, dopo aver mostrato il suo certificato verde prima di entrare al lavoro. Per la presidente Tesei la situazione è al momento “tranquilla”.

“Quello che voglio dire – ha proseguito – è che comunque al di là delle situazioni e posizioni personali il vaccino si sta dimostrando veramente un” arma molto potente contro il Covid e quindi rinnovo a tutti il mio invito a vaccinarsi perché questo è lo strumento più importante che abbiamo”. «Mario Draghi ci ha dichiarato guerra e noi non retrocediamo. Non è uno strumento di prevenzione, ma un ricatto per licenziare per chi rifiuta il vaccino sperimentale». Lo hanno detto stamattina in piazza della Repubblica nella nuova manifestazione del Fronte del dissenso e del sindacato Fisi contro il green pass.


da Terni


Un centinaio le persone che si sono radunate in piazza della Repubblica a Terni mostrando uno striscione “Fronte del dissenso”. I partecipanti – aumentati nel corso della mattinata – si sono poi spostati in corteo per piazza Ridolfi, corso del Popolo, via Roma, piazza Europa e rientro in piazza della Repubblica. “Questo Paese sta diventato un regime tecnocratico gestito da un sistema di potere che si basa sulla vigilanza. Lo hanno detto alcuni organizzatore della manifestazione”. Uno spiegamento di forze dell’ordine era presenta da carabinieri, polizia di Stato, Digos e polizia Locale.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*