Frode forniture e truffa allo Stato, 16 arresti in 16 provincie, 27 gli indagati

Si tratta della violazione dell'articolo 21 della legge 646 del 1982

Frode forniture e truffa allo Stato, 16 arresti in 16 provincie, 27 gli indagati

Frode forniture e truffa allo Stato, 16 arresti in 16 provincie, 27 gli indagati

Arresti in 16 province italiane, tra cui Prato e Roma. La Polizia di Stato sta eseguendo una misura cautelare personale emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Prato nei confronti di 16 soggetti – nonché notificando 11 ulteriori avvisi di garanzia con contestuale svolgimento di atti istruttori – nei confronti di 27 indagati, ritenuti responsabili a vario titolo di violazione del divieto di subappalto in contratti con la pubblica amministrazione.

Si tratta della violazione dell’articolo 21 della legge 646 del 1982, frode nelle forniture pubbliche, truffa aggravata ai danni dello Stato, sfruttamento del lavoro e impiego di manodopera clandestina.

Ma anche indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato, e reati connessi. Nel medesimo contesto investigativo, è in corso di esecuzione un sequestro preventivo del valore di oltre 43 milioni di euro. I dettagli dell’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Prato e svolta dalla Squadra Mobile pratese, nonché, per quanto di competenza, dal Gruppo Specializzato di Prato per la prevenzione e contrasto ai fenomeni di sfruttamento del lavoro della ASL Toscana Centro, saranno resi nelle prossime ore da un comunicato divulgato dall’Autorità giudiziaria, nonché nel corso di una conferenza stampa, che si terrà stamattina, alle ore 11.30, nel palazzo di Giustizia di Prato, nella stanza del Procuratore Capo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*