Festa di matrimonio in casa, multati sposi e invitati, erano oltre 20

 
Chiama o scrivi in redazione


Festa di matrimonio in casa, multati sposi e invitati, erano oltre 20

«Ma perché? Ora non si possono più neanche festeggiare i matrimoni?». E’ quanto ha esclamato un invitato quando le forze dell’ordine lo hanno portato fuori. Al tempo del Covid i matrimoni non si possono festeggiare, soprattutto se se la cerimonia avviene in luogo al chiuso, come un appartamento, con parenti e amici al seguito. Tutti vestiti eleganti senza mascherina e distanziamento. E’ successo a Perugia, in un condominio al quarto piano, in via del Macello, a Fontivegge. La notizia è riportata oggi sui quotidiani della carta stampata umbra.

© Protetto da Copyright DMCA

A insospettire i vicini è stato un cartello sulla porta con dei palloncini colorati e un fiocco rosa: «Wedding ceremony. Tariff sale matrimoni civili». I residenti preoccupati si sono attaccati al telefono chiamando a turno le forze di polizia che sono arrivati sul posto bloccando i festeggiamenti. Erano le ore 16 di ieri quando Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza ed Esercito hanno bussato in quella casa.

Il matrimonio era stato celebrato in mattinata e la festa era proseguita nel pomeriggio. All’interno c’era tutto il buffet di una festa in casa, torta compresa, ma nessuno aveva considerato le restrizioni covid. Si tratta, secondo quanto emerso, di persone di nazionalità nigeriana. Per tutti loro è scattata la maxi multa per aver violato la normativa anti-Covid con sanzioni da 400 euro l’uno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*