Donna scompare, ritrovata dalla Polizia in Centro a Perugia

Donna scompare, ritrovata dalla Polizia in Centro a Perugia

E’ arrivata alla Sala Operativa della Questura di Perugia una nota di ricerca di una donna scomparsa, affetta da varie patologie che la rendono particolarmente fragile e vulnerabile.

     Contemporaneamente, a seguito della denuncia di scomparsa, ne vengono divulgati i dati, le caratteristiche fisiche, il suo abbigliamento, e una sua immagine fotografica: elementi preziosi per tutte le pattuglie impegnate nel controllo del territorio che quotidianamente, accanto alle richieste di interventi, sono sempre attenti alle note di rintraccio di persone che si allontanano senza dare notizie di se’.

     All’esito degli accertamenti svolti in base alle procedure previste dai protocolli del piano provinciale per la ricerca delle persone scomparse, la Sala Operativa dell’Arma dei Carabinieri comunicava che il telefono della donna viene localizzato nell’acropoli della citta’ di Perugia ove sia le volanti che le pattuglie del Posto di Polizia “Centro Storico” concentrano le ricerche.

   Ed e’ proprio una pattuglia della Polizia del Centro Storico che transitando davanti ad un bar sito in una piazza dell’acropoli, viene colpita dallo sguardo perso nel vuoto di una donna seduta al tavolo che con aria dismessa porta  al seguito una serie di bagagli.

   Gli Agenti con delicatezza le si avvicinano scambiando qualche battuta dalla quale subito si rendono conto della sua fragilita’ e al contempo le chiedono come si chiama avendo cosi’ alla risposta la conferma che si tratta proprio della donna scomparsa.

    Le condizioni della donna sono tali che i poliziotti fanno subito intervenire un’ambulanza e con l’aiuto dei colleghi della volante la trasportano presso il locale ospedale ove le sue condizioni psico-fisiche ne rendono necessario un immediato ricovero.

   Vengono immediatamente avvisati anche i suoi familiari che finalmente possono tirare un grosso sospiro di sollievo dopo le ore di apprensione vissute per la sua sorte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*