Denunciato un cacciatore sorpreso, per la seconda volta, a cacciare fringuelli

 
Chiama o scrivi in redazione


Denunciato un cacciatore sorpreso, per la seconda volta, a cacciare fringuelli

E’ stata portata a termine con successo, da parte della Stazione dei CCF di Terni, l’attività di controllo antibracconaggio, messa in atto nella zona di Sant’Erasmo, dove da diverso tempo  venivano segnalati episodi di abbattimento di fauna protetta.

© Protetto da Copyright DMCA

Malgrado la caccia illecita sia stata esercitata anche con l’aiuto di “vedette“ per segnalare l’arrivo degli organi di controllo, nei giorni scorsi  in una zona rinomata per la caccia  i militari fermavano   una persona che stava sparando a dei fringuelli  prima che potesse  allontanarsi  perché  avvisata  dell’arrivo della pattuglia. Venivano rinvenuti 5 fringuelli (Fringilla coelebs) abbattuti, specie protette nei cui confronti non è consentita la caccia.

Il bracconiere, un cinquantenne, è stato deferito all’Autorità giudiziaria per il reato di abbattimento di fauna protetta e segnalato alla Questura di Terni per i relativi provvedimenti di Polizia. Lo stesso era stato già denunciato per il medesimo reato commesso nello stesso luogo nel novembre del 2018.

2 Commenti

  1. Il cacciatore non perde il vizio se non sostanzialmente punito sia in forma pecuniaria sia con la perdita della libertà personale. Il problema che sono quasi tutti i cacciatori che abbattono la fauna protetta perché sono dei falsi ecologisti come recitano loro. Basta pensare alle vedette per cui già sanno che in caso di arrivo della polizia venatoria sono in difetto perché vogliono abbattere o fare altre cose contro la legge o normative come fanno gli spacciatori della droga pensate voi che ecologisti. Devono essere aumentate le pene specialmente verso tutti gli animali ma ancora una parte della politica di ds vedendo quello che succede nelle regioni da loro tenute c’è più libertà ai danni degli animali e nelle regole stilate purtroppo.

  2. Questi sono i cacciatori ecologici come pensano loro poi non capisco come mai mettono le vedette per la polizia forse sanno già di essere fuori legge quindi si tutelano. Il problema è che le multe e le condanne sono miti quindi rischiano quasi nulla ma lo fanno quasi tutti i cacciatori sparano a tutto anche vicino le abitazioni con tutti i rischi che comporta. Questo soggetto poi anche recidivo vediamo cosa succederà io per la natura oltre la multa gli farei fare anche il gabbio leggero altrimenti non vogliono capire fanno quello che vogliono imbe

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*